......

Pupottina's favorites book montage

Dimmi il tuo segreto
Io la troverò
Dove si annida il male
Il confine del silenzio
Tutto ciò che resta
Io so perché canta l'uccello in gabbia
Africa, mon amour
Fiore di fulmine
Amore, Parigi e un gelato al pistacchio
La ragione dei sensi
Sherlock Holmes e il Signore della notte
Addio è solo una parola
All'improvviso la scorsa estate
La stagione degli innocenti
Scia di morte. L'ultimo viaggio della Lusitania
L'imprevedibile piano della scrittrice senza nome
I piaceri della notte
Nessun ritorno
Campari a colazione
Per te qualunque cosa


Pupottina's favorite books »
L'amore è la risposta, ma mentre aspettate la risposta, il sesso può suggerire delle ottime domande. (Woody Allen)
"Non discutere di cose di letto con tatto e discrezione. Potrei non capire di cosa parli." (L'ispettore Barnaby)

Pupottina's Followers

mercoledì 11 maggio 2016

Il colore dei papaveri di Manuela Mellini

"Perché i papaveri una volta fioriti sono tutti rossi, ma quando sono ancora chiusi hanno un'infinità di sfumature che uno neanche se le immagina: un po' come le persone, come le cose, come tutto."

È un libro pieno di magia quello scritto da Manuela Mellini. Il suo esordio parla di vita e di tutti i possibili colori da darle. È una lettura piacevole, interessante, ricca di suspense, ottima ad intrappolare il lettore o la lettrice di turno per farli riflettere sul senso della vita e sul modo di viverla, affrontandola con coraggio in qualsiasi situazione.

Elisa è una ventisettenne di Castelfreddo, in provincia di Ravenna. Vive serenamente nel suo paesino con poco più di diecimila abitanti. È una ragazza che non ama né le sorprese né le novità. Ad Elisa piace starsene tranquilla nel tran tran quotidiano che si è costruita su misura, fra i libri della biblioteca in cui lavora, la madre che sembra non accorgersi di lei, le chiacchiere con l'amica di sempre e un amore talmente improbabile che le permette di non mettersi in gioco.

Però, come sempre avviene, basta un nonnulla affinché la vita faccia irruzione, fragorosa e pulsante, nella gabbia in cui da tempo si è rinchiusa. Grazie a un finto fantasma, un sindaco ambizioso e un nonno che non ha ancora rinunciato al vero amore, Elisa riesce a trovare la forza per uscire allo scoperto e affrontare le sue paure. Non ha idea di cosa le riserverà il futuro ma ha tutte le intenzioni di viverlo fino in fondo, perché ora ha capito che, comunque vada, ne vale la pena.

 
 

"La vita è come un campo di fiori.

Solo standoci nel mezzo si può assaporarla davvero."

Nessun commento:

LinkWithin

Blog Widget by LinkWithin
Compresi che l'ordine, a lungo andare, si ristabilisce da solo intorno alle cose (Raymond Radiguet)

AVVISO

E' severamente vietata la copia e la riproduzione dei contenutidi questo spazio senza esplicita autorizzazione dell'autore come disposto dalla legge 22 aprile 1941 n. 633.

Cerca su Liquida

Liquida