......

Pupottina's favorites book montage

Dimmi il tuo segreto
Io la troverò
Dove si annida il male
Il confine del silenzio
Tutto ciò che resta
Io so perché canta l'uccello in gabbia
Africa, mon amour
Fiore di fulmine
Amore, Parigi e un gelato al pistacchio
La ragione dei sensi
Sherlock Holmes e il Signore della notte
Addio è solo una parola
All'improvviso la scorsa estate
La stagione degli innocenti
Scia di morte. L'ultimo viaggio della Lusitania
L'imprevedibile piano della scrittrice senza nome
I piaceri della notte
Nessun ritorno
Campari a colazione
Per te qualunque cosa


Pupottina's favorite books »
L'amore è la risposta, ma mentre aspettate la risposta, il sesso può suggerire delle ottime domande. (Woody Allen)
"Non discutere di cose di letto con tatto e discrezione. Potrei non capire di cosa parli." (L'ispettore Barnaby)

Pupottina's Followers

Ebook in offerta

Calendario letterario 2018

lunedì 13 novembre 2017

GIUSEPPE TORNATORE. La scatola dei segreti di un grande maestro del cinema italiano

Un diario inconsapevole fatto di pensieri dedicati agli attori, ai registi e agli scrittori incontrati durante la sua lunga carriera. Tra questi Federico Fellini, Ennio Morricone, Giovanni Paolo II, Sergio Castellitto, Monica Bellucci e molti altri personaggi straordinari di cui Tornatore racconta storie appassionanti, in un intreccio di piccoli e grandi eventi che hanno interessato il mondo intero o soltanto la sua vita privata . 
Entrare in queste pagine è come conquistare un tesoro nascosto, è la chiave per interpretare l’universo artistico e l’intera opera cinematografica di Giuseppe Tornatore

domenica 12 novembre 2017

I meandri della notte di Anne Perry


Primum non nocere. Non è la prima volta che leggo un romanzo di Anne Perry della serie che ha come protagonista il comandante della polizia fluviale, William Monk, ma mai prima, in nessuno di essi, a condurre gli eventi era stata sua moglie, Hester Monk, abile infermiera, pronta e zelante nello svolgere il suo dovere.

I MEANDRI DELLA NOTTE è un titolo che ha qualcosa di tortuoso e oscuro, come i corridoi dell'ospedale nel quale Hester Monk è chiamata a sostituire un'amica infermiera durante il turno di notte. Mentre svolge diligentemente il suo lavoro, incontra una bambina, malata, sola e indifesa che vive segregata insieme ad altri bambini in un misterioso reparto fantasma dell'ospedale. La signora Hester Monk, in questo romanzo, è l'unica veramente fedele al giuramento di Ippocrate, "Primum non nocere". Accanto a lei, ruotano, come suoi superiori, vari medici. Ma sono in particolare i fratelli Rand, medici di alta fama, a impartirle ordini ai quali lei fatica a sottostare. Si può nuocere ad un paziente per proteggerne un altro?

Troppo spesso in questo romanzo giallo, che vede una catena di morti susseguirsi, Hester Monk deve fare i conti con la sua coscienza.

I MEANDRI DELLA NOTTE è un romanzo che, nel suo insieme, si può inscrivere in più generi. Appartiene: sicuramente al genere giallo e noir; ma anche al poliziesco, considerata la presenza di William Monk; al medical thriller, visto che si svolge in parte in un ospedale o a contatto con dei pazienti dei quali segue il percorso sanitario, dalla diagnosi alla cura; al legal thriller, poiché segue un processo in un'aula di tribunale; al thriller psicologico, per l'analisi interiore di uno dei personaggi, chiamato a confrontarsi con la propria coscienza e a far riflettere il lettore sulle medesime considerazioni.

Senza anticipare altro di questo romanzo, opera di una delle migliori autrici del giallo moderno, va sottolineato lo stile narrativo ricco di colpi di scena e la trama movimentata e mutevole che impedisce al lettore di annoiarsi, tenendolo sempre sul filo del rasoio, o meglio, del bisturi.

venerdì 10 novembre 2017

In LIBRERIA e in EBOOK: La figlia modello

Il nuovo romanzo di Karin Slaughetr: un thriller agghiacciante
che lascia il lettore completamente spiazzato di fronte alla verità.



Anche in ebook - HarperCollins
Dalla regina incontrastata del crime, un nuovo thriller cupo e incalzante. 
Sono passati ventotto anni da quando una brutale aggressione ha sconvolto l’adolescenza di Charlotte e Samantha Quinn. Quel giorno la loro madre è stata uccisa, il padre, un noto avvocato difensore, non si è mai ripreso del tutto dalla tragedia e a poco a poco la famiglia si è disintegrata.
Charlie ha cercato di andare avanti con la propria vita, ha seguito le orme del padre e da brava figlia modello lavora con lui nel suo studio legale, ma i segreti legati a quella terribile notte nel bosco continuano a tormentarla.
Poi un gesto di inspiegabile violenza sconvolge la monotonia di Pikeville, la tranquilla cittadina di provincia in cui vive: una ragazza ha aperto il fuoco nel corridoio della scuola, uccidendo il preside e ferendo una compagna.
Per Charlie è come precipitare in un incubo. E non solo perché il primo testimone ad arrivare sulla scena del crimine è lei. Ciò che è accaduto l'ha colpita profondamente, spingendola a convincere il padre a occuparsi del caso. Ma l'ha anche riportata indietro nel tempo, a quel passato cui si illudeva di essere sfuggita.
Perché ciò che ha nascosto per quasi trent'anni si rifiuta di rimanere sepolto... 

Un thriller psicologico agghiacciante, 
che lascia il lettore completamente spiazzato di fronte alla verità.

La figlia modello è il romanzo più ambizioso, 
emozionante e ben riuscito di Karin Slaughter. 
Per il momento, almeno... - James Patterson

"Feroce, profondo, avvincente: ogni suo romanzo è imperdibile." - Kathy Reichs 

L'oscurità del passato è il tema principale di questo thriller agghiacciante. 
Il talento narrativo e l'empatia con cui Karin Slaughter 
 indaga la psicologia dei personaggi vi terranno incollati alla pagina 
dalla prima all'ultima riga. - Camilla Läckberg

LinkWithin

Blog Widget by LinkWithin
Compresi che l'ordine, a lungo andare, si ristabilisce da solo intorno alle cose (Raymond Radiguet)

AVVISO

E' severamente vietata la copia e la riproduzione dei contenutidi questo spazio senza esplicita autorizzazione dell'autore come disposto dalla legge 22 aprile 1941 n. 633.

Cerca su Liquida

Liquida