L'amore è la risposta, ma mentre aspettate la risposta, il sesso può suggerire delle ottime domande. (Woody Allen)
"Non discutere di cose di letto con tatto e discrezione. Potrei non capire di cosa parli." (L'ispettore Barnaby)

Pupottina's Followers

Nuova collana ebook RCS

La matematica come un romanzo

Fino al 25 ottobre

martedì 30 settembre 2014

Il cacciatore del buio, il nuovo romanzo di Donato Carrisi e il BOOKTRAILER


Siamo tutti potenziali serial killer?
Nel suo nuovo romanzo Donato Carrisi,
l’autore italiano di thriller più venduto al mondo,
esplora la zona grigia 
che separa il Bene dal Male 
dentro le nostre menti

 
Nei secoli, il Bene si è evoluto parallelamente all’umanità. 
Il Male, invece, è rimasto identico a se stesso.
Con l’eccezione dei reati legati al progresso tecnologico, i crimini, 
specie quelli più efferati, si ripetono uguali nella storia. 
Abbiamo avuto millenni per studiare e conoscere il male, 
eppure ancora oggi non riusciamo a spiegare cosa spinga 
un nostro simile – a volte noi stessi – a compiere un atto feroce 
per il puro piacere di compierlo.
La parte malvagia della natura umana è immutabile. 
La prova è che appena il 3% degli omicidi viene premeditato.
Ogni assassino è innocente prima di uccidere. Ma la sua mente 
ha già elaborato, inconsciamente, la volontà di eliminare la vittima. 
Molti, infatti, si rendono conto di essere degli assassini 
solo nel momento in cui uccidono.
Se è così, allora il male è l’unica costante della storia dell’umanità. 
È il vero, autentico motore di ogni racconto: senza il male 
– cioè, senza il conflitto – non esisterebbe la letteratura.
 
Nel suo nuovo romanzo Il cacciatore del buio, Donato Carrisi 
 ci porta alla scoperta della nostra recondita pulsione omicida. 
E getta una luce inedita e sorprendente sulla cronaca quotidiana, 
sui fatti di sangue che ogni giorno stravolgono vite diverse, 
sulla natura stessa della mente criminale.
“Il Male è la regola. Il Bene, l’eccezione.”
 

FRATELLI UNICI da giovedì al cinema



presenta 
FRATELLI UNICI
dal 2 ottobre al cinema


Con
Raoul Bova
Luca Argentero
Carolina Crescentini
Miriam Leone 

Diretto da
Alessio Maria Federici

 Sinossi 
Il regista di “Stai lontana da me” dirige i due sex symbol del cinema italiano, per la prima volta insieme sullo schermo. 
Pietro (Raoul Bova) è un uomo affermato che non sa più come si ama, Francesco (Luca Argentero) è un eterno ragazzino che non ha mai amato. Sono fratelli, ma hanno passato tutta la vita 
a desiderare di essere figli unici.
Un incidente fa perdere completamente la memoria a Pietro: 
ora è come un bambino. La sua ex moglie Giulia (Carolina Crescentini) 
sta per risposarsi e non ne vuole sapere di lui, così Francesco è costretto 
a portarselo a casa e, per la prima volta, a fare la parte dell’adulto. 
Ha inizio una folle convivenza le cui punte tragicomiche si svolgono 
davanti agli occhi di Sofia (Miriam Leone), la vicina di casa giovane, 
bella ma soprattutto irritata dalla superficialità di maschio alfa 
con la quale Francesco cerca di rieducare il fratello.
Per lei “l’amore è l’unica cosa che non dipende dai punti di vista”,
mentre per Francesco il punto di vista è uno solo: l’amore non esiste… 
Ma il giorno in cui Pietro, uscendo di casa, incontra lo sguardo 
di una ragazza che gli fa battere il cuore, scopriremo che anche quando 
si è dimenticato tutto, non si può dimenticare chi si è amato veramente.

Partecipa alla conversazione su Twitter:
#FRATELLIUNICI

TRAILER UFFICIALE


FRATELLI UNICI
Data di uscita: 2 ottobre  
Facebook: https://www.facebook.com/fratelliunici
Instagram: https://www.instagram.com/fratelliunici
#FRATELLIUNICI

LinkWithin

Blog Widget by LinkWithin
Compresi che l'ordine, a lungo andare, si ristabilisce da solo intorno alle cose (Raymond Radiguet)

AVVISO

E' severamente vietata la copia e la riproduzione dei contenutidi questo spazio senza esplicita autorizzazione dell'autore come disposto dalla legge 22 aprile 1941 n. 633.

Cerca su Liquida

Liquida