......

Pupottina's favorites book montage

Dimmi il tuo segreto
Io la troverò
Dove si annida il male
Il confine del silenzio
Tutto ciò che resta
Io so perché canta l'uccello in gabbia
Africa, mon amour
Fiore di fulmine
Amore, Parigi e un gelato al pistacchio
La ragione dei sensi
Sherlock Holmes e il Signore della notte
Addio è solo una parola
All'improvviso la scorsa estate
La stagione degli innocenti
Scia di morte. L'ultimo viaggio della Lusitania
L'imprevedibile piano della scrittrice senza nome
I piaceri della notte
Nessun ritorno
Campari a colazione
Per te qualunque cosa


Pupottina's favorite books »
L'amore è la risposta, ma mentre aspettate la risposta, il sesso può suggerire delle ottime domande. (Woody Allen)
"Non discutere di cose di letto con tatto e discrezione. Potrei non capire di cosa parli." (L'ispettore Barnaby)

Pupottina's Followers

domenica 7 giugno 2015

Il confine del silenzio di C. L. Taylor

«Nascondere questo segreto mi sta uccidendo»

Cos'è il silenzio, se non qualcosa che decidiamo di tenere per noi, da non condividere con nessun altro?
Deve essere un qualcosa che reputiamo inconfessabile e, come tale, non deve essere rivelato, ma nascosto per sempre.
C'è un limite ai segreti che ognuno di noi può custodire?
Ci siamo mai chiesti quali segreti andrebbero rivelati e quali taciuti?
Quella di Sue è una lotta contro il tempo per scoprire ogni verità riguardi sua figlia e lo scomodo segreto che ha deciso di non rivelare.
La scrittrice Carol Louise Taylor, dopo svariati racconti brevi, ha deciso di cimentarsi nell'ardua missione di scrivere un romanzo e lo ha fatto esordendo con IL CONFINE DEL SILENZIO.
È un thriller psicologico fantastico, molto intimo, che scava nelle inquietudini esistenziali del personaggio e nel suo terribile passato. Si può sfuggire alla violenza? La violenza, vissuta nel passato, può generarne altra nel presente?

A scatenare la crisi di Sue è un evento improvviso, caduto come un fulmine a ciel sereno. Sua figlia, la quindicenne Charlotte, è in coma, dopo essere stata investita da un autobus. Il terribile accadimento è sovrastato da un'ombra che avvolge la quotidianità di mistero. Sue Jackson legge i segni del pericolo, così come è abituata a fare. Nonostante ora abbia una vita felice e agiata, in passato non è stato sempre così per lei. Forse c'è una colpa che deve ancora scontare ed è toccato a Charlotte subirne la pena. Infatti, qualcuno insinua il dubbio che Charlotte abbia tentato il suicidio e Sue è intenzionata a scoprire il perché di quell'insensato gesto.
È un thriller psicologico che prende dalle prime pagine, creando un crescendo di suspense e di azione. Sue è un personaggio complesso, una donna che ha imparato a difendersi dalla violenza e dal dolore, ma ne ha ancora le cicatrici indelebili. È un'analisi psicologica, intimamente profonda, e una caccia a svelare i segreti di un gran numero di personaggi, incapaci di comprendere davvero quando giunge il momento di rivelare qualcosa di potenzialmente pericoloso.
È tra i migliori romanzi del genere che ho letto. Un thriller psicologico sui meccanismi perversi della violenza sulle donne ed è assolutamente da leggere.


«Non sono riuscita a proteggerla, ma posso farlo adesso.»
«Cosa intendi?»
«Se scopro perché l'ha fatto e le dico che la capisco, che si sono, forse si sveglierà.»


Nessun commento:

LinkWithin

Blog Widget by LinkWithin
Compresi che l'ordine, a lungo andare, si ristabilisce da solo intorno alle cose (Raymond Radiguet)

AVVISO

E' severamente vietata la copia e la riproduzione dei contenutidi questo spazio senza esplicita autorizzazione dell'autore come disposto dalla legge 22 aprile 1941 n. 633.

Cerca su Liquida

Liquida