......

Pupottina's favorites book montage

Dimmi il tuo segreto
Io la troverò
Dove si annida il male
Il confine del silenzio
Tutto ciò che resta
Io so perché canta l'uccello in gabbia
Africa, mon amour
Fiore di fulmine
Amore, Parigi e un gelato al pistacchio
La ragione dei sensi
Sherlock Holmes e il Signore della notte
Addio è solo una parola
All'improvviso la scorsa estate
La stagione degli innocenti
Scia di morte. L'ultimo viaggio della Lusitania
L'imprevedibile piano della scrittrice senza nome
I piaceri della notte
Nessun ritorno
Campari a colazione
Per te qualunque cosa


Pupottina's favorite books »
L'amore è la risposta, ma mentre aspettate la risposta, il sesso può suggerire delle ottime domande. (Woody Allen)
"Non discutere di cose di letto con tatto e discrezione. Potrei non capire di cosa parli." (L'ispettore Barnaby)

Pupottina's Followers

lunedì 30 marzo 2015

Non ti avvicinare di Luana Lewis


Inimmaginabile. Sconvolgente come tutti i misteri inspiegabili della mente umana. Cosa ci dice a volte la testa? Quali imprudenze ci fa compiere? 
NON TI AVVICINARE è un thriller psicologico che ti prende dalla prima all’ultima pagina. Riesce a mantenere la suspense ad un ritmo costante; non si affievolisce mai, ma resta desta, inquietando il lettore che non può non porsi più interrogativi di quanti se ne ponga la sua protagonista, Stella Davies.
A chi realmente la protagonista si rivolge quando dice “non ti avvicinare”? Chi è che vorrebbe tenere a distanza? Perché? Cosa potrebbe farle? Cosa le potrebbe accaderle?
L’agorafobica dottoressa, specializzata in psichiatria, Stella Davies, si trova in una situazione potenzialmente pericolosa. Compie un’azione, sapendo che non avrebbe dovuto. Semplicemente apre una porta.
Tu, lettore, ti sei mai chiesto cosa faresti se, in una gelida serata invernale, una ragazza bussasse alla tua porta per chiedere aiuto? Sei sola in casa e hai paura della tua stessa ombra. Recentemente hai vissuto un trauma da cui ancora non ti sei ripresa e sei consapevole che, potenzialmente, se ti accadesse qualcosa, dopo aver aperto quella porta ed esserti imbattuta nel peggiore dei pericoli, nessuno potrebbe correre ad aiutarti. In una situazione simile, cosa faresti?
Sai bene di avere dei grossi problemi, ma vuoi uscire dal tuo volontario isolamento e vuoi provare a te stessa che non sei costantemente in pericolo. Vuoi darti una chance e dire no alle tue paranoie. Chi suona alla tua porta, in fondo, è solo una ragazzina. Bella. Infreddolita. Apparentemente innocente. Stella non vuole sentirsi in colpa se la ragazza muore di ipotermia. Sente che non ha altra scelta e deve accoglierla. Dopo un po’ la ragazza sembra sapere delle cose su Stella e sulla sua vita. In un crescendo di tensione, Stella inizia a sentirsi in trappola, in una spirale di paura, che le è nuova poiché lei ha già costruito una prigione intorno a se stessa, mentendosi e fingendo che la sua situazione non sia poi tanto grave. È forse la verità, nascosta dalle menzogne, ad atterrirla di più. Non si sente più al sicuro, nella grande casa dove vive con suo marito Max, che però non c’è e non le risponde al cellulare.
La trama si dipana concatenando inimmaginabili colpi di scena e delineando profonde crisi individuali. Un ottimo thriller psicologico che vi farà riflettere su come possa essere considerata, relativamente banale e rassicurante, una situazione di apparente normalità.

Nessun commento:

LinkWithin

Blog Widget by LinkWithin
Compresi che l'ordine, a lungo andare, si ristabilisce da solo intorno alle cose (Raymond Radiguet)

AVVISO

E' severamente vietata la copia e la riproduzione dei contenutidi questo spazio senza esplicita autorizzazione dell'autore come disposto dalla legge 22 aprile 1941 n. 633.

Cerca su Liquida

Liquida