......

Pupottina's favorites book montage

Dimmi il tuo segreto
Io la troverò
Dove si annida il male
Il confine del silenzio
Tutto ciò che resta
Io so perché canta l'uccello in gabbia
Africa, mon amour
Fiore di fulmine
Amore, Parigi e un gelato al pistacchio
La ragione dei sensi
Sherlock Holmes e il Signore della notte
Addio è solo una parola
All'improvviso la scorsa estate
La stagione degli innocenti
Scia di morte. L'ultimo viaggio della Lusitania
L'imprevedibile piano della scrittrice senza nome
I piaceri della notte
Nessun ritorno
Campari a colazione
Per te qualunque cosa


Pupottina's favorite books »
L'amore è la risposta, ma mentre aspettate la risposta, il sesso può suggerire delle ottime domande. (Woody Allen)
"Non discutere di cose di letto con tatto e discrezione. Potrei non capire di cosa parli." (L'ispettore Barnaby)

Pupottina's Followers

Ebook in offerta

Calendario letterario 2018

lunedì 10 febbraio 2014

La ricchezza di Marco Montemarano

LA RICCHEZZA è un romanzo con un titolo semplice, generico, ma che riesce a racchiudere l’essenza dell’individuo, costituita soprattutto dai ricordi fondamentali di tutta una vita.

Marco Montemarano, vincitore del premio nazionale di letteratura Neri Pozza nel 2013 con LA RICCHEZZA e del concorso IoScrittore nel 2012 con “Acqua passata”, è una voce interessante del panorama letterario italiano ed è anche un artista musicale, con all’attivo due album di composizioni per chitarra.

Il suo romanzo LA RICCHEZZA è un libro che racconta la società, il mondo dei giovani e la loro crescita. Affonda le radici nella psicologia dell’individuo e nella sua evoluzione, partendo dalla complessità dei ricordi che ognuno ha di sé e della propria esistenza, fatta di piccoli tasselli che non sempre vanno facilmente al loro posto.

Il protagonista Giovanni, soprannominato “Hitchcock” dagli amici, racconta la sua vita: cos’è diventato nel presente, ossia un uomo d’affari in giro per il mondo, e cos’era nel passato, nella Roma degli anni settanta, cioè un adolescente irrequieto, orfano di madre e con un pessimo rapporto paterno, che frequentava ragazzi ricchi e viziati e viveva le loro abitudini quotidiane, approfittando della loro “ricchezza”.

Da questo punto di partenza, vengono narrati anni di esperienze, a volte spensierate e in altre tragiche, che si intrecciano e si rimescolano, portando alle consapevolezze che si acquisiscono diventando adulti.

È un romanzo di formazione, dal fascino decadente, che ci fa riflettere sulle grandi speranze e le fragili certezze della gioventù. È impossibile accedere veramente alle vite degli altri e, a volte, siamo noi stessi a non riuscire a ricordare, con esattezza, nemmeno le nostre esperienze, deformate da ricordi fugaci, imprecisi o ingannevoli.

È un romanzo in piena regola: originale, interessante, avvincente, malinconico, come sanno essere soltanto i ricordi della giovinezza, che non torneranno più, se non nella memoria …



Nati vivi, volevamo vivere.

Nessun commento:

LinkWithin

Blog Widget by LinkWithin
Compresi che l'ordine, a lungo andare, si ristabilisce da solo intorno alle cose (Raymond Radiguet)

AVVISO

E' severamente vietata la copia e la riproduzione dei contenutidi questo spazio senza esplicita autorizzazione dell'autore come disposto dalla legge 22 aprile 1941 n. 633.

Cerca su Liquida

Liquida