......

Pupottina's favorites book montage

Dimmi il tuo segreto
Io la troverò
Dove si annida il male
Il confine del silenzio
Tutto ciò che resta
Io so perché canta l'uccello in gabbia
Africa, mon amour
Fiore di fulmine
Amore, Parigi e un gelato al pistacchio
La ragione dei sensi
Sherlock Holmes e il Signore della notte
Addio è solo una parola
All'improvviso la scorsa estate
La stagione degli innocenti
Scia di morte. L'ultimo viaggio della Lusitania
L'imprevedibile piano della scrittrice senza nome
I piaceri della notte
Nessun ritorno
Campari a colazione
Per te qualunque cosa


Pupottina's favorite books »
L'amore è la risposta, ma mentre aspettate la risposta, il sesso può suggerire delle ottime domande. (Woody Allen)
"Non discutere di cose di letto con tatto e discrezione. Potrei non capire di cosa parli." (L'ispettore Barnaby)

Pupottina's Followers

Ebook in offerta

Calendario letterario 2018

mercoledì 21 agosto 2013

Il seggio vacante di J. K. Rowling

Un libro che non lascia indifferenti, nel quale si provano tutte le emozioni, dalle risate alle lacrime, dalla riflessione esistenziale profonda al pensiero più frivolo e di basso livello. Forse c’è un po’ troppo.


Il seggio vacante  rappresenta perfettamente la società e gli individui del mondo contemporaneo, non soltanto inglese. Le situazioni narrate potrebbero adattarsi o potersi riscontrare in qualsiasi società, in qualsiasi, piccolo o grande, centro abitato.

Gli esseri umani sono esattamente come li descrive J. K. Rowling.

Tantissimi personaggi vivono nelle pagine del romanzo, che in svariate parti riassume gli elementi essenziali di una soap opera. L’idillica cittadina inglese di Pagford è totalmente diversa da come appare nelle prime pagine. La cordialità e l’affiatamento fra concittadini lasciano progressivamente il posto al cinismo e alla totale indifferenza. Vince l’egoismo, quando ci sono di mezzo determinati interessi e l’idillica situazione iniziale non può reggere. Pettegolezzi, gelosie, tradimenti e politica fanno intrecciare le vite di tutti i personaggi e le loro vicende, orientate da desideri, sogni e speranze. 


Una morte improvvisa lascia vacante un seggio all’interno del consiglio cittadino di Pagford e subito il paese inizia a manifestare il suo vero volto.

Accantonato Harry Potter, la Rowling cambia totalmente registro in un romanzo per adulti che, però, non mi ha convinta totalmente. Forse per via dei troppi personaggi in cui non mi sono immedesimata. Forse per alcune scene troppo lunghe, che avrei preferito più concise e sintetiche. Forse per quei frequenti e lunghi incisi, racchiusi tra parentesi, che mi hanno fatto perdere il filo del discorso anziché chiarirlo.

È migliorato nel finale, ma non si è salvato totalmente.

9 commenti:

Amaranta ha detto...

Chi si specializza nella magia, Pupy, difficilmente riesce, e con coerenza, a scriver di cose troppo terrene, a meno che di attuare anche in questo una magia.
Quindi non se ne esce fuori!
A volte, fate e streghe, rimangono vittime dei propri incantesimi.
E, a quanto pare, anche una certa categoria di scrittrici!

Buona giornata, Pupy :)
(Temo che qualche volta i miei commenti non ti siano arrivati, dovrò attuare una magia ;)

Lufantasygioie ha detto...

mi sembra una recensione molto accurata la tua....
buona giornata
lu

Babol ha detto...

Volevo comprarlo appena uscito ma, alla fine, me ne sono totalmente dimenticata.
Effettivamente, continuo a non sentire pareri troppo entusiasti, quindi forse ho fatto bene a rimanere serena nel ricordo di Harry Potter :P

Strawberry ha detto...

Anche io non ne sono stata convinta in toto, anzi ti dirò che in molte parti mi ha deluso!

Rosa ha detto...

ciao Pupottina, grazie per il tuo parere, ben documentato come sempre, forse dopo harry potter ci si aspettava qualcosa di uguale livello,ma non sempre tutte le ciambelle escono con i buchi, ciao baci rosa, buon pomeriggio.)

Adriano Maini ha detto...

Ma la trama é interessante.

Gabe ha detto...

ciao Pupottina,come stai?ti lascio un sorriso

.•♫•. Nancy .•♫•. ha detto...

:o) :o) :o)

Federica ha detto...

ero proprio curiosa di leggere la tua recensione da quando ho visto che l'avevi messo in libreria su anobii!

a me invece era strapiaciuto!

LinkWithin

Blog Widget by LinkWithin
Compresi che l'ordine, a lungo andare, si ristabilisce da solo intorno alle cose (Raymond Radiguet)

AVVISO

E' severamente vietata la copia e la riproduzione dei contenutidi questo spazio senza esplicita autorizzazione dell'autore come disposto dalla legge 22 aprile 1941 n. 633.

Cerca su Liquida

Liquida