......

Pupottina's favorites book montage

Dimmi il tuo segreto
Io la troverò
Dove si annida il male
Il confine del silenzio
Tutto ciò che resta
Io so perché canta l'uccello in gabbia
Africa, mon amour
Fiore di fulmine
Amore, Parigi e un gelato al pistacchio
La ragione dei sensi
Sherlock Holmes e il Signore della notte
Addio è solo una parola
All'improvviso la scorsa estate
La stagione degli innocenti
Scia di morte. L'ultimo viaggio della Lusitania
L'imprevedibile piano della scrittrice senza nome
I piaceri della notte
Nessun ritorno
Campari a colazione
Per te qualunque cosa


Pupottina's favorite books »
L'amore è la risposta, ma mentre aspettate la risposta, il sesso può suggerire delle ottime domande. (Woody Allen)
"Non discutere di cose di letto con tatto e discrezione. Potrei non capire di cosa parli." (L'ispettore Barnaby)

Pupottina's Followers

lunedì 10 novembre 2014

Un cuore in tempesta di Françoise Bourdin

È un romanzo attualissimo per la problematica sociale narrata all’interno, le possibili incomprensioni all’interno di una famiglia. In questo romanzo, si parla infatti della formazione di famiglie miste, che è ormai un tema caldo della società di oggi.

Françoise Bourdin è stata bravissima nel presentare i retroscena psicologici e le insidie di questi gruppi sociali misti. È una scrittrice francese molto apprezzata, con all’attivo oltre trenta romanzi.

UN CUORE IN TEMPESTA è il primo che leggo e ha saputo lasciare un segno più che positivo nel mio indice di gradimento. Fantastica la costruzione della storia con quel qualcosa che la rende colossale, come l’epopea di una grande famiglia sa essere.

Dallo stile narrativo fluido di UN CUORE IN TEMPESTA emergono la passione e l’amore per le grandi storie e per la potenza che le parole possono rivestire nella creazione di una trama avvincente, complicata dalle sfumature psicologiche.


È ambientata nelle suggestive highland scozzesi, uno dei paesaggi più romantici del mondo, che Françoise Bourdin ha scelto di proporre per raccontare una storia familiare che procede progressivamente fino a diventare esplosiva.

Ad essere protagonisti sono tutti i membri una famiglia mista, ossia composta da due gruppi precostituiti, uniti da un matrimonio. A complicare la loro unione è la differente origine.

A tredici anni, dopo il divorzio dei suoi, l’inconsolabile Kate perde tutti i punti di riferimento, quando la madre fa trasferire, lei e gli altri tre figli, da Parigi nel maniero vittoriano dei Gillespie in Scozia, dove per loro ha luogo anche un salto sociale. L’atmosfera, nella lussuosa residenza, non è delle migliori, poiché il patrigno la spaventa e il fratellastro Scott non tollera l’imposizione di una matrigna con figli a seguito.


Kate, però, guarda affascinata Scott, la cui sola presenza le rende sopportabile il cambiamento e l’assenza della madre, troppo impegnata a circuire il nuovo marito.

Dalla convivenza forzata, emergono temperamenti autoritari e sentimenti burrascosi, soprattutto quando inizia ad apparire chiaro a tutti il punto principale degli interessi economici: l’eredità delle rinomate distillerie Gillespie.

In questa diatriba famigliare, dove gelosie e rancori scatenano imprevedibili lotte per il potere, solo l’amore può risolvere anche le questioni più insidiose.




Nessun commento:

LinkWithin

Blog Widget by LinkWithin
Compresi che l'ordine, a lungo andare, si ristabilisce da solo intorno alle cose (Raymond Radiguet)

AVVISO

E' severamente vietata la copia e la riproduzione dei contenutidi questo spazio senza esplicita autorizzazione dell'autore come disposto dalla legge 22 aprile 1941 n. 633.

Cerca su Liquida

Liquida