......

Pupottina's favorites book montage

Dimmi il tuo segreto
Io la troverò
Dove si annida il male
Il confine del silenzio
Tutto ciò che resta
Io so perché canta l'uccello in gabbia
Africa, mon amour
Fiore di fulmine
Amore, Parigi e un gelato al pistacchio
La ragione dei sensi
Sherlock Holmes e il Signore della notte
Addio è solo una parola
All'improvviso la scorsa estate
La stagione degli innocenti
Scia di morte. L'ultimo viaggio della Lusitania
L'imprevedibile piano della scrittrice senza nome
I piaceri della notte
Nessun ritorno
Campari a colazione
Per te qualunque cosa


Pupottina's favorite books »
L'amore è la risposta, ma mentre aspettate la risposta, il sesso può suggerire delle ottime domande. (Woody Allen)
"Non discutere di cose di letto con tatto e discrezione. Potrei non capire di cosa parli." (L'ispettore Barnaby)

Pupottina's Followers

... ... ... Novità ... ... ...

Fino al 30 aprile

domenica 24 ottobre 2010

Nei luoghi oscuri di Gillian Flynn

Cari Amici Blogger,
Pupottina ve lo disse già a suo tempo che questo libro l'aveva legata a sé finché non era arrivata all'ultima pagine. Di solito le piace centellinare le pagine per ricordarle meglio, ma, in questo caso, doveva assolutamente sapere come erano andate le cose.
Sebbene questo libro abbia anche punti negativi, come la scarsa correzione delle pagine (è fastidioso trovare errori di battitura in un libro pagato 18 euro), e qualche parte risulta di troppo e si sarebbe potuta tagliare, a Pupottina è comunque piaciuto per la trama e per i capitoli che sono focalizzati su diversi personaggi che raccontano i fatti che si alternano fra il passato, con più narratori, e il presente con l'unica voce di Libby, unica sopravvissuta alla carneficina della sua famiglia.
VOTO 8+
I luoghi oscuri di cui parla la scrittrice Gillian Flynn sono quelli della memoria dolorosa di un passato che la protagonista Libby, per questione di soldi, è costretta a dover ripercorrere, non solo con la propria mente, ma anche svolgendo delle indagini per un gruppo di fanatici che si arrovella nel voler risolvere, in base a moventi e opportunità, i delitti più efferati della cronaca.
Lei, infatti, è sopravvissuta al macello di parte della sua famiglia, la madre e due sorelle. Lei stessa, a soli sette anni, fu la testimone che inchiodò suo fratello, che all'epoca dei fatti aveva solo 15 anni, come unico responsabile degli omicidi. In realtà, lei si rese conto di essere stata manovrata da poliziotti e psicologi infantili che volevano a tutti i costi assicurare alla giustizia un colpevole per un crimine che sembrava affondare le radici nelle sette sataniche.

Chi non ha letto questo libro ed ha intenzione di farlo, non continui a leggere, perché nel commento di seguito, Pupottina svelerà molte parti del libro, unicamente per stimolare un dibattito con chi lo ha già letto per sapere se anche agli altri ha fatto questo effetto.Libby, rimasta menomata ad una mano e ad un piede all'epoca dei fatti, è costretta 24 anni dopo a scavare in se stessa e a cercare di ricomporre la sua vita che non ha mai avuto forma e serenità dopo quella notte in cui tutto accadde.
Deve incontrare il fratello, detenuto di un carcere ed amato da gruppi di donne, che si battono per la sua innocenza. E' costretta a ricredersi, poiché, dopo anni in cui non ha voluto scrutare in se stessa, ha finito per crederlo realmente colpevole. Il fratello, però, ha diversi segreti e cose che non vuole rivelarle e lei dovrà andare dietro le sue reticenze ed arrivare ai fatti da sola, scoprendo che era stato accusato di pedofilia per delle presunte attenzioni prestate a bambine poco più grandi di lei. L'accusatrice di allora aveva mentito ed aveva una cotta per suo fratello.
Scoprirà anche che suo fratello era un adoratore di Satana, accusa che si rivelerà fasulla, poiché erano soltanto un gruppo di balordi che andavano in giro a uccidere gli animali per sentirsi adulti, come passatempo o perché sotto l'effetto di droghe.
Suo fratello aveva dei sentimenti per una ragazza di cui nessuno a casa sapeva niente. Ma c'era dell'altro: lei era incinta ed era scomparsa dopo un mese dalla notte degli omicidi. L'amore è cieco e lui aveva perso la testa per una svitata, che si divertiva a torturarlo.
Dopo aver parlato con il padre, che gli aveva abbandonati, e con altre persone, scagionate all'epoca dei fatti perché si erano procurate falso alibi, Libby riesce a trovare l'ex fidanzata di suo fratello che, nel frattempo, aveva cresciuto sua nipote. Il fratello l'aveva protetta in tutti quegli anni perché lei aveva ucciso uno delle sue sorelle, colpevole di essere un'impicciona, che usava i segreti altrui per guadagnarne delle agevolazioni e non tralasciava di annotare sui suoi diari, l'ultimo dei quali era finito nelle mani di mamma e figlia. Fu proprio quel particolare, che loro non potevano sapere, a far scattare qualcosa nella mente di Libby che capì ogni cosa, ma anche innescò una reazione a catena per cui le due donne tentarono di ucciderla. Libby riuscì a salvarsi anche questa volta. Madre e figlia fuggirono, ma la madre venne catturata, mentre gli ingranaggi della giustizia iniziarono a muoversi per il fratello che poté sperare di tornare in libertà.
Ma chi aveva ucciso l'altra sorella e la madre? In casa, quella notte, gli assassini erano due. Una era la fidanzata del fratello, Diondra, che diventerà la madre di sua figlia. L'altro ero un killer assoldato dalla madre per farsi uccidere e permettere ai figli di riscuotere il premio dell'assicurazione che avrebbe permesso loro di sopravvivere. Però, qualcosa andò storto: una delle sorelle, scesa per chiedere aiuto alla madre, trovò il killer che, essendo stato visto, fu costretto ad uccidere anche lei. Per quel killer, convinto di agire per volontà dei suoi clienti, che lo assoldavano per porre fine alle loro sofferenze, l'omicidio di quella ragazzina fu l'unico di cui, una volta catturato, si reputò realmente responsabile, poiché si era lasciato prendere dall'impeto ed aveva cercato di salvare la situazione. Ecco quanti erano i segreti e le verità nascoste di una tranquilla famiglia di agricoltori.
Mi è piaciuto molto l'intricata storia e il modo in cui è sviluppata, pur ammettendo che è molto cruda e drammatica. Il personaggio, che ho preferito, è proprio Libby, così ostinata, pigra, nevrotica. Ben l'avrei voluto più agguerrito e non in balìa degli eventi.

Se anche voi l'avete letto, cosa vi ha colpito di più?

29 commenti:

Stefano ha detto...

buona domenica, dolcissima.
bacio.

donatella ha detto...

Io non ho letto il libro.
Pero' mi sono divorata il post fino all'ultima parola.
Il problema e' che quando inviti a non continuare a leggere, mi sento doppiamente stimolata a farlo!!!
Buona domenica!!!
Dona

ady happyborn ha detto...

ho intenzione di leggerlo quindi ho letto solo a metà il tuo post, ti farò sapere dopo la lettura. baci e grazie del consiglio.

il monticiano ha detto...

Mi sono fermato come hai detto te e aspetto di leggere il libro che, grazie all'inizio da te narrato, dovrebbe essere degno di lettura.

Gabe ha detto...

Ciao Pupottina, grazie della tua visita e complimenti per il tuo blog. Mi metto tra i tuoi sostenitori ciao!

Kylie ha detto...

Concordo sul fatto che gli errori nei libri che costicchiano un pò facciano incavolare.

Buona serata!

LePagineDellaNostraVita ha detto...

Purtroppo non l'ho letto, ma se parli di libri, mi vedrai riapparire spesso nel tuo accogliente spazio virtuale.
Ti ringrazio per aver visitato il mio e sono felice che anche tu ami Sparks.
Mi piacerebbe tenere d'occhio la tua piccola dimora mediatica, spero non ti spiaccia se ti aggiungo ai blog che già seguo.
Buona serata.

riri ha detto...

Ciao A. buona giornata, qui piove, comune/regione/governo ecc.. ladro!!!Il libro non credo che lo leggerò, se mi capitasse di vederlo a casa di amici, forse..per curiosità.Però vedo che hai king di lato, ecco, a dirti il vero, non mi piace lo scrittore, nè quello che racconta, forse un pò sono attratta dal paranormale ecc. ma in genere king (che ho letto anni fa per caso) è troppo violento (detto da una come me che guarda certe cose su sky potrebbe suonare stonato), ma un film con attori piacevoli, che pescano nel torbido della vita efferata di crimini, credo abbia un altro imput rispetto ad un immergersi in un libro che non crea in me emozioni..maròòò ti ho fatto un post. Ti abbraccio, buon lavoro.

Paola ha detto...

Effettivamente mi ha incuriosita la trama e automaticamente mi son fermata perchè sono intenzionata a leggerlo... :-)))
Cmq carissima Pupottina come stai???
Spero bene!!!
Per ora ti lascio un buon inizio settimana con un abbraccio stritoloso e un grosso bacione!!!

Alice and my world ha detto...

Abbiamo appuntato il titolo del libro...chissà che nn ci capiti tra le mani...per ora non possiamo quindi nè terminare di leggere il post...nè parire un dibattito o esprimere la nostra opinione a riguardo.
Ti ringraziamo di apprezzare il nostro scritto...passa quando vuoi da me e Alice...sei la benvenuta...buon inizio settimana iO e Alice

Ernest ha detto...

grazie per il consiglio
buon inizio settimana

Titti ha detto...

e' interessante... vorrei leggerlo...

come stai?
ti sei gia' ripresa dalla influenza?

buon lunedi'

Alive2 ha detto...

Non vale prima stuzzichi poi freni... nel contempo mi rileggerò il post 672 adoro Larsson. Anche il mio pelatino. Fosse così bravo....
Bacio
Ivonne

riri ha detto...

Ti auguro un bel giorno:-)
Sto leggendo un libro molto interessante che parla di hacker:-))

Anonimo ha detto...

Buon pomeriggio...è la prima volta che sono qui..
leggo anchio e di solito mai libri recensiti o raccomandati..anche in queste scelte sono un "fai da te"...passo da libri di oltre 10 anni fa a quelli del 2010..per esempio devo iniziare a leggere "non ci sono solo le arance" e "quando cadrà la pioggia"...
Fino a 4 anni fa non leggevo adesso sono come i fumatori, loro le sigarette di scorta, io almeno un libro di scorta..
Grazie per l'ospitalità
Buona serata

clau ha detto...

non conoscevo il libro e certamente è un occasione da non perdere,grazie per la dritta!

clau ha detto...

non conoscevo il libro e certamente è un occasione da non perdere,grazie per la dritta!

Gabry ha detto...

Ciao Pupottina non amo molto il genere triller ed il poco tempo che ho a disposizione, per leggere, lo dedico a libri un pò più spensierati, giusto per rilassarmi.

Un abbraccio e buon proseguimento di settimana!

Martina Gallo ha detto...

Fantastic blog!
I hope you pass to mine and follow me.
Thanks =)
http://mackyfashion.blogspot.com/

Marianna ha detto...

che bello quella casetta di halloween
con le zucchette !!!!ciao notte!!!!

titti ha detto...

Ti ho chiamata a partecipare alla staffetta sul mio blog.
ti abbraccio
Titti

Vittoria A. ha detto...

Un dolce Hallow'een anche a te! e grazie per il suggerimento di questo libro. Lo leggero' sicuramente dopo che lo hai descritto cosi' bene!

riri ha detto...

Buona giornata.
ps. no King nn mi fa paura, in generale sono coraggiosa:-)mi fa paura la violenza in generale, ma se fosse necessario per il bene del paese, difenderei la democrazia anche combattendo...anche se qui la rivoluzione russa!!!!
Un bacio

Stefano ha detto...

Buon giovedì anche a te.
Bacio.

Dona Flor ha detto...

Ciao Pupottina, complimenti per il blog, è a dir poco accattivante!!!
Non riesco ad inserirmi tra i Lettori, ho sempre problemi con la connessione, ma ritenterò!
Ho letto ciò che hai scritto sul libro, sicuramente sarà una delle mie prossime letture.
Un caro saluto :)

Nicolanondoc ha detto...

Ciao Pupottina, passo a farti un saluto, la Turchia sarebbe da girare tutta ci sono posti meravigliosi, ma vedrai che il tuo ragazzo prima o poi ti porterà:-) Un abbraccio (non è geloso vero?):-)

..NaNy.. ha detto...

Hola de visita por tu blog y me parece muy interesante, me gusta. Saludos

Vele/Ivy ha detto...

Uhm, davvero molto intricata questa stori! Non so se la leggerei, ma mai dire mai!

Scix ha detto...

pupotti un bacio grande grande

LinkWithin

Blog Widget by LinkWithin
Compresi che l'ordine, a lungo andare, si ristabilisce da solo intorno alle cose (Raymond Radiguet)

AVVISO

E' severamente vietata la copia e la riproduzione dei contenutidi questo spazio senza esplicita autorizzazione dell'autore come disposto dalla legge 22 aprile 1941 n. 633.

Cerca su Liquida

Liquida