......

Pupottina's favorites book montage

Dimmi il tuo segreto
Io la troverò
Dove si annida il male
Il confine del silenzio
Tutto ciò che resta
Io so perché canta l'uccello in gabbia
Africa, mon amour
Fiore di fulmine
Amore, Parigi e un gelato al pistacchio
La ragione dei sensi
Sherlock Holmes e il Signore della notte
Addio è solo una parola
All'improvviso la scorsa estate
La stagione degli innocenti
Scia di morte. L'ultimo viaggio della Lusitania
L'imprevedibile piano della scrittrice senza nome
I piaceri della notte
Nessun ritorno
Campari a colazione
Per te qualunque cosa


Pupottina's favorite books »
L'amore è la risposta, ma mentre aspettate la risposta, il sesso può suggerire delle ottime domande. (Woody Allen)
"Non discutere di cose di letto con tatto e discrezione. Potrei non capire di cosa parli." (L'ispettore Barnaby)

Pupottina's Followers

mercoledì 21 ottobre 2015

Acque di morte di Mo Hayder


Ottimo, agghiacciante romanzo che non risparmia, durante la narrazione, dettagli truculenti e descrizioni a livello scientifico. È come stare in prima persona sulla scena del crimine. Ottimo il giallo poliziesco di MO HAYDER, che vede in azione, senza mai collaborare veramente, il detective Jack Caffery e la poliziotta, specializzata in immersioni subacquee, Frea Marley.
"Forse parla qualcuno che è stato scelto dalla morte."
Entrambi i protagonisti, di cui osserviamo le vite, private e lavorative, a capitoli alterni, hanno abilità diverse, ma un fiuto speciale nello svolgere le indagini.
Ognuno ha il proprio metodo, ma il fine è la giustizia: così come la intendono loro. Ognuno a suo modo, che forse può essere lo stesso. Si osservano a distanza. Si studiano, così che il lettore non riesce a prevedere cosa accadrà, ma è costantemente attento ai possibili sviluppi.
Jack Caffery ha un rapporto particolare con i criminali, per via del suo doloroso passato. Nelle indagini è un segugio che fiuta la pista e la segue, procedendo a intuito.
"Mi sto avvicinando, amico. Ti sento. Non sono lontano."
Frea Marley, invece, si trova coinvolta in una strana e complicata situazione.
Nel frattempo, troppe morti cominciano a susseguirsi in rapida sequenza. Che siano tutte davvero de semplici suicidi? E allora come mai ai cadaveri mancano piccoli frammenti di pelle?

Il Male è dovunque, anche dentro coloro che cercano ogni giorno di combatterlo.
Troppi segreti, troppe ombre dividono i protagonisti.
La loro scelta di difendere la legge si rivela ogni giorno più difficile. Infatti il lavoro li mette costantemente alla prova, perché quando hai incontrato il Male, lui cammina con te. E non lascia spazio a nessuno.

Con questo thriller, MO HAYDER, proprio come Frea, la sua protagonista, sfida gli abissi, anche se però si addentra in quelli della mente, quelli dove abita il Male, che è pronto a sconvolgere e terrorizzare una tranquilla cittadina affacciata sul mare. 

Nessun commento:

LinkWithin

Blog Widget by LinkWithin
Compresi che l'ordine, a lungo andare, si ristabilisce da solo intorno alle cose (Raymond Radiguet)

AVVISO

E' severamente vietata la copia e la riproduzione dei contenutidi questo spazio senza esplicita autorizzazione dell'autore come disposto dalla legge 22 aprile 1941 n. 633.

Cerca su Liquida

Liquida