......

Pupottina's favorites book montage

Dimmi il tuo segreto
Io la troverò
Dove si annida il male
Il confine del silenzio
Tutto ciò che resta
Io so perché canta l'uccello in gabbia
Africa, mon amour
Fiore di fulmine
Amore, Parigi e un gelato al pistacchio
La ragione dei sensi
Sherlock Holmes e il Signore della notte
Addio è solo una parola
All'improvviso la scorsa estate
La stagione degli innocenti
Scia di morte. L'ultimo viaggio della Lusitania
L'imprevedibile piano della scrittrice senza nome
I piaceri della notte
Nessun ritorno
Campari a colazione
Per te qualunque cosa


Pupottina's favorite books »
L'amore è la risposta, ma mentre aspettate la risposta, il sesso può suggerire delle ottime domande. (Woody Allen)
"Non discutere di cose di letto con tatto e discrezione. Potrei non capire di cosa parli." (L'ispettore Barnaby)

Pupottina's Followers

Ebook in offerta

Calendario letterario 2018

domenica 10 luglio 2011

n. 1231 - Profondo Blu di J. Deaver

Cari Amici Blogger,
Pupottina ne ha letto un altro. Il primo sul suo favoloso e-reader ;-)
Glielo ha consigliato l'amico Gino. Lo ha letto insieme a suo marito Kevin, ma lei lo ha finito, mentre lui si è scoraggiato. ha detto che era troppo simile ad un manuale, un po' vecchiotto per altro. Pupottina lo ha trovato bello. C'è stata molta azione.
VOTO 8 per il libro Profondo Blu di Jeffery Deaver.
Parla di ... Phate, un hacker che è il nome in codice del nuovo incubo della Silicon Valley, poiché ha creato un programma chiamato Trapdoor, che può entrare nei computer e nella vita di tutti, estrapolando informazioni che vengono utilizzate per uccidere le vittime. Phate è un sadico omicida, che colpisce senza apparente motivo ogni genere di persona. L'unità crimini informatici è impotente di fronte alle incursioni dell'hacker, e decide quindi di chiedere l'aiuto dell'assoluta autorità in materia di computer, Wyatt Gillette.
Il problema è che Gillette è un detenuto per crimini informatici, cioè per innumerevoli violazioni di banche dati e sistemi informatici. Il capo dell'unità crimini informatici, Thomas Anderson, garantisce per la liberazione del prezioso prigioniero, nonostante sia sconsigliato dal detective Frank Bishop, incaricato delle indagini. Connesso a un computer in rete, Gillette comincia la caccia al suo avversario nel Blu profondo, lo spazio virtuale dove regnano gli hacker.

Chi non ha letto questo libro ed ha intenzione di farlo, non continui a leggere, perché nel commento di seguito, Pupottina svelerà molte parti del libro, unicamente per stimolare un dibattito con chi lo ha già letto per sapere se anche agli altri ha fatto questo effetto.La caccia a questo hacker è difficile anche perché si scopre che Phate ha un aiutante, un altro hacker di nome Swan. Poi alcuni poliziotti iniziano a morire per mano di Phate. Gillette farebbe di tutto per fermarlo, ma Phate è davvero troppo bravo: è un mito anche per Gillette che un tempo lo aveva conosciuto ed aveva collaborato con lui per qualche violazione, ma se ne era distaccato considerandolo un folle. La polizia scopre di questa conoscenza e pensa che lui sia il suo complice, soprattutto quando Gillette fugge. In realtà era andato da sua moglie avendo scoperto che lei vuole lasciare la città con Ed. Gillette e geloso, ma la polizia lo riacciuffa e continua la caccia a Phate e al suo complice. Si arriva a sospettare che lui possa essere un poliziotto infiltrato e si analizzano le conoscenze di tutti i poliziotti e la loro vita privata in base alle abitudini di un hacker. Swan potrebbe essere una donna innamorata di lui poiché si scoprono delle lettere primate ad alto contenuto erotico tra Phate e Swan, a meno che non siano due omosessuali. Ma la soluzione finale è davvero incredibile e lo si scopre pagina dopo pagina. Swan è la creazione di Phate è un programma che ha vita propria e si può autoproteggere per sfuggire alla polizia e farà di tutto per salvare il suo creatore.
Ma tutto è bene quel che finisce bene. Gillette ce la fa a risolvere il caso, ma non potrà impedire la morte di Phate e di Swan. Però, per lui c'è una sopresa, poiché la moglie ha deciso di dargli una seconda opportunità essendo Ed il figlio che hanno concepito prima che lui venisse arrestato.

Voi, l'avete letto? Vi è piaciuto?
Cosa ne pensate della possibilità di introdursi nella vita degli altri attraverso il computer?
Ne avete il terrore anche voi?

E se Trapdoor o qualcosa del genere esistessero davvero?

7 commenti:

Felinità ha detto...

Intricatissimo ! può esere interessante , visti i colpi di scena a ripetizione un feuilleton cibernetico miaoooooo
Buona Domenic aestiva Pupy ffrrrr

Rita Baccaro ha detto...

Ciao Pupottina,
molto interessante la tua recensione di questo libro che io, purtroppo, non ho letto.
Io non ho il terrore che qualcuno possa entrare nella mia vita attraverso il computer e emi fido del web, prova ne è che ho aperto un blog. Tu sai che stando in rete noi siamo già ampiamente conosciuti e “mappati” da Google e altri motori di ricerca, da fb e quanto altro. Se poi usi la rete anche per i servizi bancari, gli acquisti, le mail, ecc… ormai in rete sanno tutto di te: i tuoi gusti, i tuoi interessi, anche le tue idee politiche, chi frequenti, cosa acquisti, quanto spendi, come raggiungerti con la pubblicità. Se poi qualcuno possa utilizzare tutte queste informazini per farmi del male questo lo escludo, sarebbe terribile, ma l’essere conosciuta e schedata dal “grande fratello” che sovraintende il mondo virtuale fa parte del gioco ed è il prezzo da pagare per voler navigare in questo mare.
Buona domenica.
Qui gran caldo, giornate intense fra mare, famiglia, amci e vita all’aria aperta… e purtroppo poca vita da blogger.. per ora. bye bye

Vele Ivy ha detto...

Eheheh.. ma questo interesse per gli hacker nasce anche dal ricordo della mitica Lisbeth Salander?

Adriano Maini ha detto...

Ricordo Deaver per altri suoi libri come buon autore, per cui in quest'opera, connotata da attenzione alle nuove questioni informatiche, di sicuro ci deve esere tanto di interessante.

Kylie ha detto...

Uno degli autori che leggo molto volentieri. Ci farò un pensierino.

Un abbraccio

♥♥♥ Maddy ♥♥♥ ha detto...

Ciao perlina,
sai che x un attimo ho confuso il suo nome con quello del (purtroppo) noto alle cronache Jeffrey Dahmer, criminale?
Stasera son più fulminata del solito...
...l'afa mi inebetisce le sinapsi...
Cque io non l'ho mai letto...
...è un genere che non mi attira...

Baciotto!

Maddy

Titti ha detto...

Ma sta bene Gino...?
Da tanto tempo non hai scritto di lui...

LinkWithin

Blog Widget by LinkWithin
Compresi che l'ordine, a lungo andare, si ristabilisce da solo intorno alle cose (Raymond Radiguet)

AVVISO

E' severamente vietata la copia e la riproduzione dei contenutidi questo spazio senza esplicita autorizzazione dell'autore come disposto dalla legge 22 aprile 1941 n. 633.

Cerca su Liquida

Liquida