......

Pupottina's favorites book montage

Dimmi il tuo segreto
Io la troverò
Dove si annida il male
Il confine del silenzio
Tutto ciò che resta
Io so perché canta l'uccello in gabbia
Africa, mon amour
Fiore di fulmine
Amore, Parigi e un gelato al pistacchio
La ragione dei sensi
Sherlock Holmes e il Signore della notte
Addio è solo una parola
All'improvviso la scorsa estate
La stagione degli innocenti
Scia di morte. L'ultimo viaggio della Lusitania
L'imprevedibile piano della scrittrice senza nome
I piaceri della notte
Nessun ritorno
Campari a colazione
Per te qualunque cosa


Pupottina's favorite books »
L'amore è la risposta, ma mentre aspettate la risposta, il sesso può suggerire delle ottime domande. (Woody Allen)
"Non discutere di cose di letto con tatto e discrezione. Potrei non capire di cosa parli." (L'ispettore Barnaby)

Pupottina's Followers

LEGGI UN CLASSICO

Ebook in OFFERTA LAMPO

domenica 16 gennaio 2011

I love shopping in bianco di Kinsella

Care Amiche Blogger,
anche voi, leggendo la storia di Becky Bloomwood trovate punti di contatto con la vostra esistenza?
Anche a voi, le vetrine parlano?
A Pupottina non succede questo, però trova molto simpatica questa donna che è caricaturale nella società del consumismo.
Il libro è il terzo della serie I love shopping che ha in Becky Bloomwood la sua eroina. Dopo aver conquistato, nel primo libro, Luke Brandon, bello e di successo, ed essere sopravvissuta, nel secondo, all'incontrollato shopping newyorchese, arriva la fatidica proposta di matrimonio con tutte le sue catastrofiche conseguenze.
VOTO 9, 5

Chi non ha letto questo libro ed ha intenzione di farlo
, non continui a leggere, perché nel commento di seguito, Pupottina svelerà molte parti del libro, unicamente per stimolare un dibattito con chi lo ha già letto.
Se una donna è riuscita a non cedere mai alle tenzazioni dello shopping, giunta al momento del matrimonio, un minimo si lascia sempre confondere, anche perché le pressioni diventano più insistenti e si scambia la futura felicità con lo scintillio della cerimonia, dell'abito, della lista nozze, eccetera.
Per una che ha già problemi con lo shopping, scusate il gioco di parole, è un po' come "andare a nozze" ... Eheheheh !!!
La trama di I love shopping in bianco porta Becky a complicare la sua situazione economica. Ad aiutarla, come negli altri libri, non c'è nessuno, ma lei è fiduciosa di riuscire a farcela da sola, nonostante abbia la consapevolezza di avere un grosso problema con lo shopping che nasce da un senso di orgoglio e dignità che le impedisce di riuscire a rispondere negativamente alle proposte di acquisti di zelanti commesse e dalla sua onnipresente wedding planner. I matrimoni non saranno solo due, ma ci saranno più di cinque abiti da sposa da indossare per un solo giorno. Eheheheheheh!
Becky è incapace di riuscire a scegliere che tipo di cerimonia le può andar bene, poiché, in realtà, le va bene ogni cosa ... tutto forse tranne la scelta della sua mamma. Ma le mamme riescono sempre a sorprendere i propri figli.
Oltre ai problemi finanziari di Becky, ci sarà da fronteggiare anche un'emergenza che metterà tutta la cerimonia a rischio. Il bel Luke per la prima volta apparirà un essere umano, crollando in un esaurimento nervoso dovuto ai suoi difficili rapporti con la madre naturale.
Gli imprevisti, o meglio i casini, accadono e si susseguono una pagina dopo l'altra. Varie sono state le situazioni che mi hanno divertita. Ve ne cito solo alcune: Alicia gambe lunghe che è sempre in mezzo ai piedi e si trova sempre al posto giusto per complicarle la vita; Danny, il vicino di casa di Becky e Luke, che aspira a diventare un grande stilista, ma è incapace di portare a termine almeno una delle sue creazioni; oppure Tom, il figlio dei vicini di casa dei genitori di Becky, che, depresso per la fine del suo matrimonio, cerca di far saltare quello di Becky.
Divertente è anche la sequenza in cui Suze, l'amica del cuore di Becky, incinta, si trova a dover partorire con un mese d'anticipo, senza avere con sé il necessario per l'ospedale.
Molte sono le pagine in cui Pupottina ha trovato la serenità nel leggere l'assurdità delle situazioni presentate.

Voi, l'avete letto?
Adorate, anche voi, Becky Bloomwood e i romanzi della serie?

6 commenti:

Kylie ha detto...

Ciao cara, non ne ho letto nemmemo uno, non per snobismo ma perchè prediligo altri generi. Amo lo shopping ma non è una malattia...

Un bacione e buona domenica!

Ellys...o meglio Martina ha detto...

Non l'ho letto ma la mia migliore amica non se ne è perso nemmeno uno...dopo quello che hai scritto tu probabilmente mi farò prestare i libri!

mandorla ha detto...

Puppottinaaa!!
devo commentare per forza!!
li ho letti tutti!!e pronto nel comodino c'è "i love mini shopping",del quale però ho raccolto commenti poco esaltanti..ma vedrò!
Dal canto mio,non riesco a dare un'opinione precisa,perchè sono uno più divertente dell'altro!
"i love shopping per il baby" è qualcosa di sensazionale!!
la vita di Becky è sempre così,incasinatissima,e la cosa che mi piace di più di lei è come riesca a farsi amare nonostante la sua palese inaffidabilità!
Luke è marito ke tutte vorrebbero..
La madre di luke,la suocera che nessuna donna si augura..
Suze,l'amica che in fondo tutte hanno!!
ti auguro una buona lettura anche degli altri che ti restano e che vivamente ti consiglio!!ci sono evoluzioni..!!
un mega bacione!!

Marianna ha detto...

ciao pupottina finalmente sono risuscitata dall'influenza aaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaavedo che non hai sul comodino il libro della litizzetto perchè?

Vele Ivy ha detto...

Non so, ho sentito parlare sempre bene di questi libri, ma non li ho letti perchè non m'ispirano molto... forse perchè non amo lo shpping??

mandorla ha detto...

nuu..io ho commentato ieri..xkè non c'è il mio commento puppottina?? :(((

LinkWithin

Blog Widget by LinkWithin
Compresi che l'ordine, a lungo andare, si ristabilisce da solo intorno alle cose (Raymond Radiguet)

AVVISO

E' severamente vietata la copia e la riproduzione dei contenutidi questo spazio senza esplicita autorizzazione dell'autore come disposto dalla legge 22 aprile 1941 n. 633.

Cerca su Liquida

Liquida