......

Pupottina's favorites book montage

Dimmi il tuo segreto
Io la troverò
Dove si annida il male
Il confine del silenzio
Tutto ciò che resta
Io so perché canta l'uccello in gabbia
Africa, mon amour
Fiore di fulmine
Amore, Parigi e un gelato al pistacchio
La ragione dei sensi
Sherlock Holmes e il Signore della notte
Addio è solo una parola
All'improvviso la scorsa estate
La stagione degli innocenti
Scia di morte. L'ultimo viaggio della Lusitania
L'imprevedibile piano della scrittrice senza nome
I piaceri della notte
Nessun ritorno
Campari a colazione
Per te qualunque cosa


Pupottina's favorite books »
L'amore è la risposta, ma mentre aspettate la risposta, il sesso può suggerire delle ottime domande. (Woody Allen)
"Non discutere di cose di letto con tatto e discrezione. Potrei non capire di cosa parli." (L'ispettore Barnaby)

Pupottina's Followers

venerdì 26 agosto 2016

Presentazioni RITA INDIANA IN ITALIA Cagliari Roma Milano

Date e luoghi

-CAGLIARI- 
MARINA CAFÈ NOIR-1 Settembre, 22.15, Terrapieno Viale Regina Elena con Valentina Sulas e Malasorti

-ROMA-
LIBRERIA ALTROQUANDO- 3 Settembre, ore 21.00, via del Governo Vecchio, 80,82,83 con lo scrittore/giornalista VINS GALLICO e il traduttore FABIO CREMONESI

-MILANO-
LIBRERIA COLIBRÌ - 5 Settembre, ore 18.30, Via Laghetto 9/11 con la scrittrice/giornalista ANNARITA BRIGANTI
 
RITA INDIANA 
I GATTI NON HANNO NOME
Traduzione di Vittoria Martinetto
“Letteratura flow, sincopata, fraseggio da poesia
di strada, cadenza da merengue anfetaminico 
e uno strano sapore di poesia beat filtrata dal realismo magico”. Xavi Sancho, El País“Un edificio narrativo costruito sullo sguardo di una ragazzina solitaria: un omaggio alla cultura pop tanto latinoamericana quanto statunitense”. Laura Fernandez, El Mundo
“I gatti non hanno nome, lo sanno tutti. Ai cani, invece, qualunque cosa va bene, si buttano lì una o due sillabe a caso e gli rimangono appiccicate con il velcro.” La giovane protagonista di questo libro non ha nome. Passa l’estate lavorando come segretaria nella clinica veterina- ria degli zii mentre i genitori sono in Europa. Intanto annota su un quaderno i possibili nomi per un gatto, ispirandosi alle persone e agli animali che colpisco- no la sua immaginazione. Come Zio Fin, che sguscia di stanza in stanza per evi- tare le sfuriate della moglie, Zia Celia, la cui rabbia si proietta in forma di scritte al neon. Come Armenia, la cameriera che da bambina curava la tubercolosi con un cucchiaio; e ancora come Radamés, il ragazzo di Haiti la cui voce sembra uno sciroppo per la tosse. In un libro impossibile da riassumere se non leggendolo, Rita Indiana illumina quel breve, magico momento della vita in cui ci si mette in cerca della propria identità. Quando, per mantenere uno sguardo incantato sul mondo, si deve scendere a patti con la realtà senza abbandonare del tutto l’ingenuità dell’infanzia. Miscelando la pop art al “reale meraviglioso caraibico”, la scrittrice ci consegna il ritratto di una ragazzina indimenticabile.
Rita Indiana è nata nel 1977 a Santo Domingo. Figura chiave della letteratura caraibica contemporanea e leader della band di merengue alternativo Rita Indiana y los Misterios, ha scritto romanzi e racconti, tradotti negli Usa, tra cui RuminantesCiencia succión Papi (di prossima pubblicazione per NNE). Blogger, conduttrice radiofonica, Rita è attivista del movimento per i diritti LBGT.
Vittoria Martinetto insegna Lingua e Letterature Ispanoamericane all’Università di Torino, e ha tradotto, fra gli altri, Alejo Carpentier, Julio Cortázar, Manuel Puig, Mario Vargas Llosa, António Lobo Antunes.

Nessun commento:

LinkWithin

Blog Widget by LinkWithin
Compresi che l'ordine, a lungo andare, si ristabilisce da solo intorno alle cose (Raymond Radiguet)

AVVISO

E' severamente vietata la copia e la riproduzione dei contenutidi questo spazio senza esplicita autorizzazione dell'autore come disposto dalla legge 22 aprile 1941 n. 633.

Cerca su Liquida

Liquida