......

Pupottina's favorites book montage

Dimmi il tuo segreto
Io la troverò
Dove si annida il male
Il confine del silenzio
Tutto ciò che resta
Io so perché canta l'uccello in gabbia
Africa, mon amour
Fiore di fulmine
Amore, Parigi e un gelato al pistacchio
La ragione dei sensi
Sherlock Holmes e il Signore della notte
Addio è solo una parola
All'improvviso la scorsa estate
La stagione degli innocenti
Scia di morte. L'ultimo viaggio della Lusitania
L'imprevedibile piano della scrittrice senza nome
I piaceri della notte
Nessun ritorno
Campari a colazione
Per te qualunque cosa


Pupottina's favorite books »
L'amore è la risposta, ma mentre aspettate la risposta, il sesso può suggerire delle ottime domande. (Woody Allen)
"Non discutere di cose di letto con tatto e discrezione. Potrei non capire di cosa parli." (L'ispettore Barnaby)

Pupottina's Followers

mercoledì 20 luglio 2016

La ragazza senza ricordi di C. L. Taylor

Mai titolo fu più accattivante di LA RAGAZZA SENZA RICORDI. Se Jane Hughes, la protagonista di questo thriller psicologico, avesse perso la memoria si tratterebbe forse di un romanzo banale. Ma non è così. Non c'è niente di più psicologicamente complesso delle articolate motivazioni che spingono una persona a voler dimenticare il proprio passato, cancellarlo totalmente, rinunciando soprattutto ai ricordi più dolorosi. I ricordi di Jane Hughes riguardano la sua vacanza avventurosa in Nepal. Poteva rimetterci la vita, ma è sopravvissuta. Per questo motivo, ha deciso di cambiare identità e iniziare una nuova vita, riuscendo magari a realizzare i progetti e i sogni che prima non si era impegnata abbastanza per portare a termine. La sua felicità attuale, però, è frutto di una menzogna. Ne racconta tante, ogni giorno, per creare la sua nuova identità, per nascondere agli altri il suo passato. Il suo vero nome è Emma. È sfuggita all'incubo di una setta e a tutte le sue coercizioni e perversioni.

Sono passati cinque anni e lei porta ancora nell'anima i ricordi dolorosi di quel periodo.

Cinque anni prima era partita per un viaggio in Nepal con le sue migliori amiche: Daisy, Leanne e Al.

Erano quattro ragazze molto diverse l’una dall’altra, segnate da esperienze ed esistenze differenti, ognuna con la propria individualità e il proprio carattere, ma legate da un’amicizia di lunga data, capace di resistere a varie prove, seppure a volte caratterizzata da un precario e fragile equilibrio. Doveva essere la miglior vacanza della vita, fatta di yoga, meditazione e splendidi panorami, una settimana che avrebbe dovuto trasformarsi in un ricordo meraviglioso, ma che si è rivelata un incubo. Da quel viaggio due delle quattro ragazze non sono più tornate a casa.

"Se c'è una cosa che ho imparato in Nepal, è che persone apparentemente innocue, a volte, nascondono una vena di crudeltà."

Tutti i nodi vengono al pettine. Anche l'armonia e l'amicizia possono essere messe a dura prova da invidie, gelosie, questioni irrisolte, segreti, se c'è qualcuno diabolico a manovrarne le dinamiche.

Il passato, nei thriller psicologici di Carol Louise Taylor, è sempre qualcosa di irrisolto e destinato a tornare. L'apparentemente felice, Jane, deve fare i conti con le cicatrici del passato, se vuole guardare al futuro. Deve ricostruire i ricordi, che ha voluto cancellare, per capire chi, del suo passato, è tornato a minacciarla.

Dopo IL CONFINE DEL SILENZIO, Carol Louise Taylor è tornata a inquietare il mio immaginario e a coinvolgermi in una originale storia di ossessioni, morbosità e intrighi. Anche la più salda delle amicizie può essere messa a dura prova. Si può arrivare al punto di non sapere di chi fidarsi.

Sorprendente la tecnica narrativa, che alterna la narrazione degli eventi attuali con quelli del passato. Innumerevoli i colpi di scena che si susseguono un capitolo dopo l'altro e ti tengono con il fiato sospeso. Assurdo come sia facile farsi manipolare e plagiare dal leader di una setta e quali strategie di coercizione e controllo sia in grado di attuare per confondere le menti dei più fragili, per approfittare delle loro debolezze, rendendoli degli automi, delle marionette al proprio servizio, degli schiavi, delle pedine da muovere a proprio piacimento. Assurdo il livello di distorsione della realtà che possono perpetrare ai danni delle menti più deboli, partendo dalla conoscenza dei segreti e delle debolezze. Assurdo come ogni forma di spiritualità sia programmata per confonderci.

"Sei radicata nella tua vecchia vita. Ti aggrappi ancora a pensieri, sentimenti, valori che ti sembrano normali, ma che in realtà ti rendono disperatamente infelice."

Anche in questo romanzo, la Taylor ha saputo sorprendermi.

Molto interessante l'ambientazione nepalese e la scelta della storia da narrare.

"Puoi mentire a te stessa finché vuoi sul valore dell'amicizia, sull'importanza della famiglia, ma non conoscerai mai il vero appagamento se non riuscirai a rescindere quei legami."

Nessun commento:

LinkWithin

Blog Widget by LinkWithin
Compresi che l'ordine, a lungo andare, si ristabilisce da solo intorno alle cose (Raymond Radiguet)

AVVISO

E' severamente vietata la copia e la riproduzione dei contenutidi questo spazio senza esplicita autorizzazione dell'autore come disposto dalla legge 22 aprile 1941 n. 633.

Cerca su Liquida

Liquida