......

Pupottina's favorites book montage

Dimmi il tuo segreto
Io la troverò
Dove si annida il male
Il confine del silenzio
Tutto ciò che resta
Io so perché canta l'uccello in gabbia
Africa, mon amour
Fiore di fulmine
Amore, Parigi e un gelato al pistacchio
La ragione dei sensi
Sherlock Holmes e il Signore della notte
Addio è solo una parola
All'improvviso la scorsa estate
La stagione degli innocenti
Scia di morte. L'ultimo viaggio della Lusitania
L'imprevedibile piano della scrittrice senza nome
I piaceri della notte
Nessun ritorno
Campari a colazione
Per te qualunque cosa


Pupottina's favorite books »
L'amore è la risposta, ma mentre aspettate la risposta, il sesso può suggerire delle ottime domande. (Woody Allen)
"Non discutere di cose di letto con tatto e discrezione. Potrei non capire di cosa parli." (L'ispettore Barnaby)

Pupottina's Followers

giovedì 15 gennaio 2015

TUTTO QUEL BLU di Cristiana Astori

“- E tu come pensi di riuscirci? – chiese Giulia.

- Sui metodi di indagine della polizia so praticamente tutto – dichiarò Alex con sicurezza. – Ho visto tutto CSI, spin off compresi. E anche Dexter.

- Che c’entra – intervenne Susanna. – Quelle sono solo serie TV.

- Vero. – Steve si diresse verso la libreria. – Vetrini insanguinati, bisturi e polverine lasciali ai topi da laboratorio. La realtà è un’altra cosa.

- E cos’altro dovrei sapere?”

Eh! Bella domanda che necessita una risposta esaustiva. Per fortuna che a rispondere c’è tutto un romanzo di un’autrice dallo stile navigato, che con la scrittura non ha problemi e conosce tutti i retroscena anche delle serie tv, in primis Dexter. CRISTIANA ASTORI, infatti, l’arte narrativa la gestisce alla perfezione e, grazie alle sue traduzioni, ho amato i romanzi della serie dexteriana di Jeff Lindsay.

Con TUTTO QUEL BLU, terzo romanzo di una serie che vede come protagonista Susanna Marino, passata da studentessa attira guai a neolaureata in cerca d’impiego, vengono confermati gli elementi base che la caratterizzano e sono le sue passioni per il cinema, specialmente horror, e gli amici, quelli che non sono morti nelle sue precedenti disavventure. 
Susanna è tornata per i suoi lettori che si ritrovano nel suo modo di essere, una inguaribile appassionata della cultura anni Ottanta con i riferimenti serrati a cinema, musica e luoghi trasformati dal tempo come i, tanto frequentati, videonoleggi.

Le investigatrici dilettanti sono le mie preferite. Forse perché mi immedesimo di più nelle loro indagini fatte alla buona, senza una tecnica precisa, ma non per questo meno avvincenti. Susanna e i suoi amici sono personaggi incisivi, che lasciano il segno. Bella la trama, ricca di suspense, scritta davvero bene, con uno stile brillante, ironico e magistralmente coinvolgente.

Adesso è chiaro, qual è il colore della morte … Un ottimo giallo da leggere.

Ci sono alcuni fatti che quando ti capitano sono troppo strani per essere semplici coincidenze, e allora tu sai, in modo netto e chiaro, che sono un segno … e soprattutto sai che non potrai tornare indietro, come se nulla della tua vita precedente ti appartenga più.


Nessun commento:

LinkWithin

Blog Widget by LinkWithin
Compresi che l'ordine, a lungo andare, si ristabilisce da solo intorno alle cose (Raymond Radiguet)

AVVISO

E' severamente vietata la copia e la riproduzione dei contenutidi questo spazio senza esplicita autorizzazione dell'autore come disposto dalla legge 22 aprile 1941 n. 633.

Cerca su Liquida

Liquida