......

Pupottina's favorites book montage

Dimmi il tuo segreto
Io la troverò
Dove si annida il male
Il confine del silenzio
Tutto ciò che resta
Io so perché canta l'uccello in gabbia
Africa, mon amour
Fiore di fulmine
Amore, Parigi e un gelato al pistacchio
La ragione dei sensi
Sherlock Holmes e il Signore della notte
Addio è solo una parola
All'improvviso la scorsa estate
La stagione degli innocenti
Scia di morte. L'ultimo viaggio della Lusitania
L'imprevedibile piano della scrittrice senza nome
I piaceri della notte
Nessun ritorno
Campari a colazione
Per te qualunque cosa


Pupottina's favorite books »
L'amore è la risposta, ma mentre aspettate la risposta, il sesso può suggerire delle ottime domande. (Woody Allen)
"Non discutere di cose di letto con tatto e discrezione. Potrei non capire di cosa parli." (L'ispettore Barnaby)

Pupottina's Followers

giovedì 7 agosto 2014

La cena di Herman Koch


Dopo VILLETTA CON PISCINA, il secondo romanzo che consacra Herman Koch come autore di fama internazionale è LA CENA. Da questo romanzo, tra poco (il 5 settembre), arriverà sul grande schermo una trasposizione, completamente made in Italy, intitolata “I NOSTRI RAGAZZI”, con Alessandro Gassmann, Giovanna Mezzogiorno, Luigi Lo Cascio, Barbora Bobulova, Rosabell Laurenti Sellers e Jacopo Olmo Antinori
Dopo la lettura di LA CENA, aspetto con impazienza il film. ;-)
È un interessantissimo romanzo che si legge tutto d’un fiato, dove nessuno è completamente innocente. Ma il lettore come si colloca nell’analisi del romanzo? Da che parte starà a lettura ultimata?
È un thriller provocatorio, che con un crescendo di suspense, scandita da reazioni, spontanee e incontrollabili, e rivelazioni scioccanti da parte dei personaggi, racconta la vita della società contemporanea, partendo da uno dei suoi punti fondamentali: la famiglia.
Sono appunto due nuclei famigliari, due coppie, strettamente connesse tra loro, poiché i due uomini, Paul e Serge, sono fratelli, a incontrarsi per un’occasione speciale che dà il titolo al romanzo: LA CENA.

Il romanzo è diviso in parti, quelle rituali di una vera e propria cena (aperitivo, antipasto, secondo piatto, dessert, digestivo, mancia).

È dunque durante quelle fasi, nei non detti e nelle reazioni impulsive dei protagonisti, che viene narrata l’epopea esistenziale umana, della vita e della morte, ma soprattutto dalla giustizia e della legalità.

L’incontro tra le due coppie non è affatto occasionale, ma è programmato al fine di discutere e risolvere un problema scottante che lega indissolubilmente il futuro dei figli delle due famiglie.
I due quindicenni, Michel e Rick, tra loro cugini, sono i responsabili di un atto criminale ripreso dalle telecamere di sicurezza di una banca. Il pestaggio e l’omicidio di una senzatetto è sulla bocca di tutti in Olanda. Negli ultimi mesi, l’opinione pubblica manda in onda il filmato con la speranza che i due giovani vengano individuati e incriminati per la gravità delle loro azioni.

Ancora, però, nessuno si è fatto avanti.

Tuttavia, le due coppie, fra di loro, non ne hanno ancora parlato apertamente. La cena serve proprio per capire il da farsi e trovare un punto di incontro tra le ragioni del cuore e quelle della morale.

 

Tutte le famiglie felici si assomigliano fra loro, ogni famiglia infelice è infelice a suo modo. (Lev Tolstoj)

Questo romanzo si interroga sulle regole etiche e morali della società contemporanea, ma, scava in profondità, anche sulle dinamiche all’interno della famiglia di ceto medio-alto.

http://youtu.be/KwCXuf48k2o

 

 

Nessun commento:

LinkWithin

Blog Widget by LinkWithin
Compresi che l'ordine, a lungo andare, si ristabilisce da solo intorno alle cose (Raymond Radiguet)

AVVISO

E' severamente vietata la copia e la riproduzione dei contenutidi questo spazio senza esplicita autorizzazione dell'autore come disposto dalla legge 22 aprile 1941 n. 633.

Cerca su Liquida

Liquida