......

Pupottina's favorites book montage

Dimmi il tuo segreto
Io la troverò
Dove si annida il male
Il confine del silenzio
Tutto ciò che resta
Io so perché canta l'uccello in gabbia
Africa, mon amour
Fiore di fulmine
Amore, Parigi e un gelato al pistacchio
La ragione dei sensi
Sherlock Holmes e il Signore della notte
Addio è solo una parola
All'improvviso la scorsa estate
La stagione degli innocenti
Scia di morte. L'ultimo viaggio della Lusitania
L'imprevedibile piano della scrittrice senza nome
I piaceri della notte
Nessun ritorno
Campari a colazione
Per te qualunque cosa


Pupottina's favorite books »
L'amore è la risposta, ma mentre aspettate la risposta, il sesso può suggerire delle ottime domande. (Woody Allen)
"Non discutere di cose di letto con tatto e discrezione. Potrei non capire di cosa parli." (L'ispettore Barnaby)

Pupottina's Followers

Ebook in offerta

martedì 22 ottobre 2013

In un vicolo cieco di Linda Castillo

Crimini d’odio e famiglie Amish.



Il fascino malinconico dei vari aspetti della, troppo tranquilla, vita Amish è il punto di partenza del successo dei romanzi di Linda Castillo.

Apprezzo i suoi libri, forse proprio perché ambientati in una comunità che predilige le regole della vita semplice. Ne ho letti i primi 3 della serie che hanno come protagonista il capo della polizia di Painters Hill, Kate Burkholder. Dopo Costretta al silenzio e La lunga notte, il nuovo thriller, In un vicolo cieco, torna a scalfire la tranquilla routine del lavoro di Kate Burkholder e della comunità Amish da cui lei stessa, da adolescente, si è allontanata. La sua esistenza attuale, durante le indagini, torna puntualmente a scontrarsi con i ricordi e la violenza, messa a tacere, del suo passato.


In un vicolo cieco quattro ragazzini amish restano orfani dopo un orribile incidente, avvenuto in un capanno, mentre in città piccoli reati, aggressioni e molestie, mettono in luce la presenza di crimini d’odio nella tranquilla cittadina di Painters Hill, dove convivono, non sempre pacificamente, Englischer e Amish.


Alcune elementari preghiere della vita semplice recitano: Nessuno dovrebbe abbandonare i suoi perché Dio non abbandona i suoi, ma In un vicolo cieco non è affatto così. Dio sembra non volersi prendere cura dei pacifici Amish che subiscono vessazioni di ogni tipo e, a causa del loro stile di vita e della diffidenza verso le forze dell’ordine, rifiutano di collaborare.  

Copertina originale
Niente denuncia corrisponde a nessun reato, ma la questione è diversa quando ci sono quattro orfanelli da proteggere. Per Kate Burkholder diventa una faccenda personale, vitale, e, ad aiutarla, c’è il solito collega, amante e amico, John Tomasetti, che la affianca per i casi con indagini particolarmente complicate.
In un vicolo cieco è un caso complesso, coinvolgente, che si sviluppa su due fronti di indagine per individuarne i nessi. È una storia che riesce ad interessare il lettore, grazie ai meccanismi della suspense e alla sintonia che si è ormai instaurata verso chi svolge le indagini. Nonostante siano svariati i “ vicoli ciechi” in cui si ritrovano le indagini, la narrazione non ha punti morti e procede tenendo viva l’attenzione del lettore, con colpi di scena ad effetto. Lo stile narrativo è perfettamente scorrevole. La soluzione del caso è, ancora una volta, più sconvolgente e movimentata di quanto ci si aspetti.

http://www.youtube.com/watch?v=jkLIFkLkoEY&list=UUL_MimQj7TDbbBOCgPgVGkQ


2 commenti:

Elisena ha detto...

Il tempo m'è tiranno e non ho letto il tuo post!
Voglio solo donarti un abbraccio ed augurarti un sereno di buon tutto!

Rosa ha detto...

ciao Pupottina, grazie per questa interessante recensione, ci si inoltra in un mondo a noi sconosciuto, che ha subito negli anni ingiustizie e soprusi, se e' un giallo ancora meglio, per gli amanti di questo genere, ciao complimenti, buona giornata rosa.)

LinkWithin

Blog Widget by LinkWithin
Compresi che l'ordine, a lungo andare, si ristabilisce da solo intorno alle cose (Raymond Radiguet)

AVVISO

E' severamente vietata la copia e la riproduzione dei contenutidi questo spazio senza esplicita autorizzazione dell'autore come disposto dalla legge 22 aprile 1941 n. 633.

Cerca su Liquida

Liquida