......

Pupottina's favorites book montage

Dimmi il tuo segreto
Io la troverò
Dove si annida il male
Il confine del silenzio
Tutto ciò che resta
Io so perché canta l'uccello in gabbia
Africa, mon amour
Fiore di fulmine
Amore, Parigi e un gelato al pistacchio
La ragione dei sensi
Sherlock Holmes e il Signore della notte
Addio è solo una parola
All'improvviso la scorsa estate
La stagione degli innocenti
Scia di morte. L'ultimo viaggio della Lusitania
L'imprevedibile piano della scrittrice senza nome
I piaceri della notte
Nessun ritorno
Campari a colazione
Per te qualunque cosa


Pupottina's favorite books »
L'amore è la risposta, ma mentre aspettate la risposta, il sesso può suggerire delle ottime domande. (Woody Allen)
"Non discutere di cose di letto con tatto e discrezione. Potrei non capire di cosa parli." (L'ispettore Barnaby)

Pupottina's Followers

Ebook in offerta

Aspettando HALLOWEEN 2017

lunedì 3 marzo 2014

VINCITORE DEL PREMIO OSCAR COME MIGLIOR FILM: 12 ANNI SCHIAVO, dal romanzo di Solomon Northup

12 ANNI SCHIAVO
IL FILM di Steve McQueen
TRATTO DALLE MEMORIE DI SOLOMON NORTHUP

è VINCITORE DEL PREMIO OSCAR COME MIGLIOR FILM

miglior sceneggiatura non originale di John Ridley

E migliore attrice non protagonista Lupita Nyong’o
In libreria per Newton Compton
La straordinaria storia vera di Solomon Northup 

Solomon Northup, un uomo nato libero, fu rapito a Washington nel 1841, e fatto schiavo per dodici, interminabili anni.
In queste memorie, pubblicate per la prima volta nel 1853, troviamo tutta la sua storia: mentre si trovava a Washington con due sconosciuti che gli avevano proposto un ingaggio come violinista, venne assalito nel cuore della notte, drogato, legato e trascinato al mercato degli schiavi. Lì fu subito minacciato: se avesse rivelato di essere nato libero, sarebbe stato ucciso. Iniziarono così dodici anni di schiavitù, di violenze, brutalità e sofferenze senza fine. Solomon capì che gli schiavi valevano meno del bestiame: potevano essere picchiati, costretti a lavori massacranti, potevano morire nella completa indifferenza. Lui stesso venne assalito con un’ascia, minacciato di morte, fu costretto a uccidere per salvarsi. Poté vivere sulla sua pelle una delle pagine più nere della storia d’America, la piaga nascosta dietro la splendente vetrina del Paese che cresceva e abbatteva ogni confine. Poi, al culmine della disperazione, Northup incontrò un bianco completamente diverso dagli altri. A lui Solomon affidò una lettera indirizzata a sua moglie e da quel momento tutto cambiò.
Da questa storia vera il film di Steve McQueen premiato al festival di Toronto, vincitore del Golden Globe© come miglior film e candidato a 9 premi Oscar©
«Messo a confronto con 12 anni schiavo, Via col Vento sembra insignificante.»  Variety

«Potente.»  The New York Times

«Magistrale, strepitoso, rimarrà nella leggenda.» The Huffington Post

«Commovente.» The Telegraph

«Magnifico.» Entertainment Weekly

«Sbalorditivo.» Wall Street Journal

«Duro, viscerale, incalzante, necessario.» The Guardian

Nessun commento:

LinkWithin

Blog Widget by LinkWithin
Compresi che l'ordine, a lungo andare, si ristabilisce da solo intorno alle cose (Raymond Radiguet)

AVVISO

E' severamente vietata la copia e la riproduzione dei contenutidi questo spazio senza esplicita autorizzazione dell'autore come disposto dalla legge 22 aprile 1941 n. 633.

Cerca su Liquida

Liquida