......

Pupottina's favorites book montage

Dimmi il tuo segreto
Io la troverò
Dove si annida il male
Il confine del silenzio
Tutto ciò che resta
Io so perché canta l'uccello in gabbia
Africa, mon amour
Fiore di fulmine
Amore, Parigi e un gelato al pistacchio
La ragione dei sensi
Sherlock Holmes e il Signore della notte
Addio è solo una parola
All'improvviso la scorsa estate
La stagione degli innocenti
Scia di morte. L'ultimo viaggio della Lusitania
L'imprevedibile piano della scrittrice senza nome
I piaceri della notte
Nessun ritorno
Campari a colazione
Per te qualunque cosa


Pupottina's favorite books »
L'amore è la risposta, ma mentre aspettate la risposta, il sesso può suggerire delle ottime domande. (Woody Allen)
"Non discutere di cose di letto con tatto e discrezione. Potrei non capire di cosa parli." (L'ispettore Barnaby)

Pupottina's Followers

Ebook in offerta

Calendario letterario 2018

mercoledì 27 marzo 2013

Easy di Tammara Webber

Easy lancia un messaggio forte che deve giungere alle nuove generazioni. Parla di amore, ma anche di violenza sulle donne. Proprio per quest’ultimo argomento, è un romanzo tutt’altro che “facile”, come a volte è anche l’amore. Bisogna che le donne imparino ad amarsi, prima di amare qualcun altro ed affidarsi a lui.

Tammara Webber, giovane scrittrice al suo esordio letterario con Easy (che ha inizialmente pubblicato a sue spese, prima del grande successo statunitense, grazie al passaparola), ha fatto un ottimo lavoro, insegnando alle donne ad essere forti e a non perdere le speranze, nel modo più semplice e romantico possibile con questo romanzo che è un piccolo gioiello, non soltanto per la storia romance, ma anche e soprattutto per l’intreccio e lo stile.

È un romanzo per niente scontato, che resta sempre avvincente, pur alternando scene molto forti a momenti di intenso romanticismo. È la storia d’amore che ci piacerebbe vivere, ma parla anche delle situazioni negative in cui non vorremmo mai trovarci. Il contrapporre gli aspetti positivi e negativi della vita ne rende più intensi i vari eventi descritti e le emozioni narrate. Ci si immedesima in queste vicende, ci si sente parte di queste emozioni. Ci si sente studentesse al pari di Jacqueline Wallace, che, mentre cerca di superare l’abbandono del fidanzato, si ritrova ad essere aggredita in un parcheggio. È un romanzo autoconclusivo che parla ad ogni tipo di lettrice.

VOTO 10+

Se non l’avete detto, fatelo. Anche se ci vorranno mesi, anni, decenni. Ditelo. Rimaniamo in silenzio perché ci facciamo carico di responsabilità o peccati non nostri. Perdonatevi per quelle colpe che non vi appartengono. Le decisioni sbagliate, la fiducia mal riposta, la debolezza fisica o la paura di reagire non fanno di un’aggressione subita una colpa. Mai.

1 commento:

Adriano Maini ha detto...

Intrigante questa vicenda di un successo che arriva per un libro pubblicato a proprie spese! Sembra una favola...

LinkWithin

Blog Widget by LinkWithin
Compresi che l'ordine, a lungo andare, si ristabilisce da solo intorno alle cose (Raymond Radiguet)

AVVISO

E' severamente vietata la copia e la riproduzione dei contenutidi questo spazio senza esplicita autorizzazione dell'autore come disposto dalla legge 22 aprile 1941 n. 633.

Cerca su Liquida

Liquida