......

Pupottina's favorites book montage

Dimmi il tuo segreto
Io la troverò
Dove si annida il male
Il confine del silenzio
Tutto ciò che resta
Io so perché canta l'uccello in gabbia
Africa, mon amour
Fiore di fulmine
Amore, Parigi e un gelato al pistacchio
La ragione dei sensi
Sherlock Holmes e il Signore della notte
Addio è solo una parola
All'improvviso la scorsa estate
La stagione degli innocenti
Scia di morte. L'ultimo viaggio della Lusitania
L'imprevedibile piano della scrittrice senza nome
I piaceri della notte
Nessun ritorno
Campari a colazione
Per te qualunque cosa


Pupottina's favorite books »
L'amore è la risposta, ma mentre aspettate la risposta, il sesso può suggerire delle ottime domande. (Woody Allen)
"Non discutere di cose di letto con tatto e discrezione. Potrei non capire di cosa parli." (L'ispettore Barnaby)

Pupottina's Followers

Ebook in offerta

Aspettando HALLOWEEN 2017

lunedì 18 febbraio 2013

Il precario equilibrio della vita di Giorgio Marconi

Vi parlo di un romanzo che mi è stato vivamente consigliato da un amico.

Il titolo, Il precario equilibrio della vita, scatena già qualcosa nel lettore che si avvicina al romanzo di Giorgio Marconi aspettandosi qualcosa di interessante ed anche un po’ di filosofia.

Appena viene inquadrata la situazione iniziale e delineati i pochi, essenziali, ma sfaccettati, personaggi, il lettore si trova travolto da emozioni e da un senso di attesa che soltanto il finale allenterà.

I sentimenti sono in ogni pagina, in ogni ricordo, nello scambio di battute tra i personaggi. La poesia avvolge il racconto della vita dell’anziano Giulio, ospite di una casa di riposo per ex artisti, nella cui definizione non si riconosce. Non si sente un ex artista, ma un uomo che ha vissuto avendo conosciuto il grande amore e consapevole di averlo perso per sempre, finché quell’amore mai dimenticato non arriva prepotentemente a bussare alla sua porta per consegnargli una lettera smarrita più di cinquanta anni prima.

Ci sono Giulio, un anziano ex pittore che ha conosciuto l’amore, da una parte, e Goffredo, un uomo che l’amore non l’ha mai incontrato, dall’altra. E ancora c’è l’infermiera della casa di riposo, una persona molto sola che ha soltanto un’amica per uno scambio quotidiano di e-mail. E infine c’è Clara, la ragazza tanto amata da Giulio nel suo lontano passato.

Il racconto che Giulio decide di svelare a Goffredo, quello che potremmo tranquillamente definire un amico occasionale, è una narrazione interiore che parla non solo di amore, ma anche di solitudine e di quanto precario sia l’equilibrio nella vita di ognuno di noi e di quanto sia facile commettere errori che ne compromettono gli sviluppi futuri.

La trama si dipana lentamente, insinuando dubbi e probabili aspettative nei lettori, commuovendoli ed accompagnandoli poeticamente sul filo della memoria. Un’emozione dopo l’altra, Il precario equilibrio della vita è un romanzo che insegna a vivere e ad amare finché è il tempo di farlo. Giorgio Marconi giostra alla perfezione le tecniche della narrazione, dosando le aspettative e i colpi di scena e non risparmiando emozioni forti al lettore. È un romanzo che non posso non consigliarvi e che saprà appassionarvi.

6 commenti:

Sandra M. ha detto...

Già il titolo è tutto un programma. Me lo annoto.

Kylie ha detto...

Viene voglia di leggerlo già dalla descrizione sommaria della storia.

Un bacione

Chiaretta ha detto...

L'autore me l'aveva inviato per una recensione, mi è rimasto nel cuore.
Profondo e commovente.

Gabe ha detto...

ne fai una presentazione molto accattivante,ciao ,bella,buon pomeriggio

Erika ha detto...

Anch'io me lo scrivo. Per momento ho parecchi libri da leggere. Buona Vita!

Adriano Maini ha detto...

Ci sono degli spunti che mi paiono commoventi. E andare sull'onda dei ricordi é sempre una fatica artistica.

LinkWithin

Blog Widget by LinkWithin
Compresi che l'ordine, a lungo andare, si ristabilisce da solo intorno alle cose (Raymond Radiguet)

AVVISO

E' severamente vietata la copia e la riproduzione dei contenutidi questo spazio senza esplicita autorizzazione dell'autore come disposto dalla legge 22 aprile 1941 n. 633.

Cerca su Liquida

Liquida