......

Pupottina's favorites book montage

Dimmi il tuo segreto
Io la troverò
Dove si annida il male
Il confine del silenzio
Tutto ciò che resta
Io so perché canta l'uccello in gabbia
Africa, mon amour
Fiore di fulmine
Amore, Parigi e un gelato al pistacchio
La ragione dei sensi
Sherlock Holmes e il Signore della notte
Addio è solo una parola
All'improvviso la scorsa estate
La stagione degli innocenti
Scia di morte. L'ultimo viaggio della Lusitania
L'imprevedibile piano della scrittrice senza nome
I piaceri della notte
Nessun ritorno
Campari a colazione
Per te qualunque cosa


Pupottina's favorite books »
L'amore è la risposta, ma mentre aspettate la risposta, il sesso può suggerire delle ottime domande. (Woody Allen)
"Non discutere di cose di letto con tatto e discrezione. Potrei non capire di cosa parli." (L'ispettore Barnaby)

Pupottina's Followers

Ebook in offerta

mercoledì 1 agosto 2012

L'importante non è vincere

Pupottina è cresciuta sentendo dire che l'importante non è vincere, ma partecipare. 
Un titolo come questo è esagerato.
Dove sono finiti i sani ideali sportivi?
Lo spirito competitivo non deve essere eccessivo o esasperato.
Kevin ha voluto dire la sua al riguardo. Ancora Kevin pensa a quella pubblicità che nell'ultimo anno abbiamo visto passare molte volte in tv.
Nello spot si chiedeva al telespettatore di indovinare: "Come si allena Federica Pellegrini?"
E poi lo si scopriva, quando lei addentava un biscotto ...

Secondo Kevin ne ha mangiati troppi.
Ovviamente, l'allenamento della Pellegrini è stato più professionale, ma è normale e umano accettare che non sempre si può vincere e non è giusto esaltare gli sportivi per le vittorie e condannarli per le sconfitte. 
E' facile parlare quando lo sport lo si vive passivamente ...



Voi, che cosa ne pensate?

21 commenti:

Joe Black ha detto...

I media d'un campione ne fanno subito una modella, un'attrice, un VIP da copertina (e solo per ciò che riguarda vicende sentimentali) e tant'altro.
Ormai non fa differenza. E se lo portano alle stelle in un attimo, con la stessa rapidità lo mettono nelle stalle. Io credo che la Pellegrini non abbia vinto semplicemente perchè l'americana è stata più veloce di lei e poi....non sempre si può vincere no?
Strabacio Pupy!

P.S: Anche kevin ha ragione. Quei biscotti non devono esser poi così tanto leggeri ...........

Sergio Giorgianni ha detto...

xò così la tiri fuori :)

che tipo di biscotto addentava? :P

Adriana Riccomagno ha detto...

Il problema della Pellegrini è che non è proprio simpatica, non c'è niente da fare. Quindi le persone sono pronte ad attaccarla. Sono pochi quelli che riescono, come te, a dissociare le simpatie dalla logica e dal buon senso...

antonella ha detto...

Mi sa che Kevin ha ragione! E non è solo ironia...se accetti di diventare una "diva", di posare ovunque ed essere sempre al centro del "gossip" con il tuo lui, devi accettare anche il risvolto della medaglia: sulle riviste patinate, godono più delgi insuccessi o degli scivoloni di una persona che delle sue conquiste o delle sue vittorie... Ciao cara!

RobbyRoby ha detto...

Ciao
io penso che la Pellegrini ha perso perchè le altre sono state più forti e poi non sempre si può vincere. Pazienza....

RobbyRoby ha detto...

Ciao
io penso che la Pellegrini ha perso perchè le altre sono state più forti e poi non sempre si può vincere. Pazienza....

nella ha detto...

Le ragioni ci sono è vero, ma la pressione mediatica della Pellegrini voluta o meno è stata massiccia, le varie frequentazioni in spettacoli o manifestazioni, un po' avranno inciso insieme ai vari gossip, ma non dimentichiamoci che lo sport è una cosa seria e lo si deve amare. La colpa degli allenatori, mi sembra un eccesso in questo caso..... la Pellegrini deve far pace con se stessa e rendersi anche conto che il tempo scorre e altri possono essere sul podio!

Adriano Maini ha detto...

Sono d'accordo con te!

Melinda ha detto...

Io sono sempre stata dell'opinione che l'importante è partecipare...la sconfitta brucia, ma se uno ci mette tutto l'impegno possibile resta comunque soddisfatto.
Partecipare è importante, è comunque un'esperienza indimenticabile!

Who is? ha detto...

Io la adoro... e la capisco pure. E' sa quando ha 16 anni che vince, fatela respirare, fatele fare ciò che vuole. Il nuoto è uno sport impegnativo, io credo che lei raggiunta la notorietà voglia vivere la sua vita in maniera diversa. Quante ragazze vorrebbero farlo? L'ho sentita serena e questo mi ha stupito molto, certo poteva fare di più, ma sembra quasi che in queste olimpiadi ce l'abbiano trascinata a forza.
E lei si ribella: tutta la mia stima!

Kylie ha detto...

A me la Pellegrini non è mai stata simpatica. Forse adesso è solo stanca e poco motivata.

Mariabei ha detto...

Condivido quello che hai scritto... parole giuste e sensate!

Titti ha detto...

Penso che l'importante non è vincere, ma quando è in gioco il futuro, i sani spiriti sportivi spariscono...
mi dispiace molto...

Elena ha detto...

basta poco per salire dalle stelle e...scendere alle stalle! purtroppo per tutto è così!
baci Baci

Luca and Sabrina ha detto...

La Pellegrini si è messa a fare un po' troppo la diva secondo noi e il problema forse è solo questo, poi è vero che non si possono condannare le persone pretendendo che debbano sempre vincere.
Baci da Sabrina&Luca

Anonimo ha detto...

Sono d'accordo con Kevin ;)
Forse al posto di andare nelle varie trasmissioni, pubblicità e spettacoli sarebbe stato meglio che si fosse dedicata all'allenamento.
Resta una grande atleta, ma antipatichina!

Elena ha detto...

Ahah concordo con te e con Kevin! Poi a me lei sta proprio antipatica :(

Se ti va passa a salutarmi, mi farebbe piacere :)
Bacioni, Elena

Gabry ha detto...

Corcondo con te, ma comunque bisogna anche dire che non sempre si può vincere.

Un abbraccio Pupottina e buone vacanze!!!

Elisabetta ha detto...

Condivido! ;)

Una mia nuova recensione su http://ilovenailenamels.blogspot.it/, ti aspetto! :)

Isabel ha detto...

Secondo me, quando non si hanno più gli stimoli giusti, si perde un po' la voglia di vincere e allenarsi seriamente. La Pellegrini è giovane ed ha già vinto tutto quello che si può vincere nel nuoto. Inoltre bisogna tener presente che nel nuoto la Pellegrini è "vecchia", e ci sono già dei nuovi che spingono. Poi che la federazione in questi anni abbia allegramente dormito e non abbia coltivato nuovi atleti è un altro discorso, ma credo che le colpe non siano tutte da imputare ad una persona sola. Basta guardare gli Stati Uniti che, nonostante Phelps, hanno cmq continuato a coltivare i loro giovani e i risultati si vedono :)

Federica ha detto...

a me lei sta antipaticissima, sia quando perde che quando vince: ammetto di averci goduto non poco!

LinkWithin

Blog Widget by LinkWithin
Compresi che l'ordine, a lungo andare, si ristabilisce da solo intorno alle cose (Raymond Radiguet)

AVVISO

E' severamente vietata la copia e la riproduzione dei contenutidi questo spazio senza esplicita autorizzazione dell'autore come disposto dalla legge 22 aprile 1941 n. 633.

Cerca su Liquida

Liquida